Contenuto sponsorizzato

Arriva l'assicurazione ''Sole garantito'', per non farsi rovinare le vacanze dal maltempo

Presentato oggi in Provincia prevede il rimborso del 100% del soggiorno se il turista trova anche solo 3 giorni di pioggia con 3 millimetri di precipitazioni. Dallapiccola: "Siamo al fianco di questa iniziativa nata dal settore privato, per le esigenze delle aziende che operano sul territorio"

Pubblicato il - 02 luglio 2018 - 16:41

TRENTO. Acquistando un soggiorno di una settimana, se piove oltre 3 millimetri per almeno 3 giorni, anche non consecutivi, il cliente riceverà il rimborso del soggiorno. E' questa l'assicurazione ''Sole garantito'' che permette ai clienti delle strutture ricettive convenzionate di essere rimborsato fino al 100% del soggiorno, presentata in Provincia alla presenza dell'assessore Dallapiccola, Stefano Ravelli, amministratore delegato dell’Apt Valsugana Lagorai, Massimo Oss, consigliere di amministrazione dell’Apt e Remo Gigli, della società Anthea, broker assicurativo.

 

Ad ogni contratto assicurativo vengono collegate due centraline meteo che forniscono dati sulla pioggia caduta, verificabili on-line dallo stesso cliente al quale viene proposto nel pacchetto vacanza anche la possibilità di servirsi di questa copertura. Un esempio? Mario Rossi per un soggiorno di 07 giorni presso l’Hotel Miramonti paga 980 euro e altri 98 euro di assicurazione. Durante il soggiorno piove per almeno 3 giorni anche non consecutivi per 3 millimetri al giorno? Mario Rossi si vedrà rimborsato il 100% del soggiorno.

 

Per aderire al progetto ''Sole garantito'' l’hotel o il campeggio o la struttura turistica si rivolgerà all’Apt e riceverà dalla Compagnia assicurativa un contratto da compilare. Ad ogni ospite poi l’albergatore invierà un modulo per sottoscrivere la polizza che il cliente dovrà compilare e inviare alla compagnia che emetterà direttamente al cliente la polizza. La copertura garantisce una somma di denaro in caso si verifichi una “condizione climatica avversa”, definita e misurabile, che influisca negativamente sull’attività svolta generando una diminuzione dei ricavi. Per spiegarci un gestore di una struttura alberghiera potrà assicurare i mancati ricavi nel caso in cui le condizioni climatiche durante il periodo di copertura raggiungano una determinata soglia. Quindi se gli incassi in agosto siano inferiori all’anno precedente a causa del meteo o durante il periodo invernale manchi la neve e ci siano temperature superiori a 8 gradi.

 

 

Le somme assicurate sono definite dall’assicurato in base al reale rischio economico a cui è esposto e da questo concordate con la compagnia. Il premio della polizza è costituito da un tasso applicato alla somma assicurata. Variando la somma si potrà anche agire sul costo della copertura. La polizza può prevedere coperture orarie, giornaliere, settimanali e/o mensili (ad esempio tutte le domeniche di luglio dalle 9 alle 17; la settimana di Ferragosto; tutto il mese di dicembre etc.). Sarà così possibile assicurare sia attività stagionali continue (il riempimento di un Hotel nel mese di agosto), come attività per propria natura periodiche (l’utilizzo di una piscina nei wee-end).

 

Si tratta di uno strumento che permette di stabilizzare preventivamente i ricavi nel caso in cui si dovessero manifestare condizioni meteorologiche sfavorevoli. Il suo punto di forza è quello di essere completamente modulabile, rispondendo così a qualsiasi esigenza specifica del Cliente. “La Provincia autonoma di Trento – ha detto l’assessore Dallapiccola – è al fianco di questa iniziativa nata dal settore privato, per le esigenze delle aziende che operano sul territorio”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 12:52

Il consigliere del Movimento 5 Stelle deposita un'interrogazione molto impattante costruita, spiega nello stesso testo, ''su fonti autorevolissime''. E poi chiede anche se la Pat abbia intenzione fare denuncia e avviare un'indagine dopo che è stata data conferma di quanto aveva scoperto il Dolomiti: che il lupo ripescato nell'Avisio aveva zampe e testa recisa

22 novembre - 15:30

La popolazione è quindi ancora invitata a ridurre gli spostamenti e, in ogni caso, a porre particolare attenzione alle condizioni dei luoghi percorsi. Eventuali situazioni di emergenza andranno comunicate al numero 112

22 novembre - 12:48
L'incidente è successo poco dopo le 9, quando Paternoster è stata investita da un veicolo. Secondo le prime informazioni, la ciclista stava pedalando in rotatoria e quindi è arrivata un'auto da via Fornace. Sul posto ambulanza e polizia locale Alto Garda e Ledro
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato