Contenuto sponsorizzato

Due trentini al via del Trofeo del Mezzogiorno dopo 60 anni le vespe del '48 - '58 tornano sulla Appia

Tomas Calzà di Villa Lagarina e Leonardo Pilati di Rovereto saranno tra il centinaio di piloti al via della importante corsa che, dopo 60, partirà dalla Reggia di Caserta e arriverà a Bari

Pubblicato il - 07 agosto 2018 - 13:15

TRENTO. Sessantanni dopo i motori delle Vespe torneranno a rombare lungo la via Appia, la Ss7, con partenza dalla Reggia di Caserta e arrivo a Bari sul lungomare Nazario Sauro. Saranno un centinaio, come allora, e al via del mitico II Trofeo Vespistico del Mezzogiorno ci saranno anche due piloti trentini: Tomas Calzà di Villa Lagarina e Leonardo Pilati di Rovereto rispettivamente consigliere sportivo e presidente del Vespa Club Rovereto fondato nel 1983 da Luigi Frisinghelli (ancora oggi presidente onorario) e tra i più attivi in regione. 

 

I due trentini, dunque, cercheranno di emulare le gesta di Antonio Bernardo, giovanotto, classe 1922 presidente onorario del Vespa Club Maddaloni (organizzatori della kermesse), tra i fondatori del Vespa Club Caserta nonché primo sulla linea di partenza con la sua Vespa 150 GS proprio nell’edizione del 1958 del trofeo Caserta-Bari. E ci sarà anche lui presente il 31 agosto per presenziare allo sventolare della bandiera a scacchi che darà il via ai 335,4 chilometri di corsa che si snoderà per ben sei province: Caserta, Benevento, Avellino, Foggia, Potenza, Bari.

 

 

Dallo scenario storico della Reggia di Caserta si percorrerà la memoria delle ruote classiche che, all’epoca, viaggiarono sulla Ss7 “Appia” attraversando il Comune di Maddaloni fino a giungere a Benevento. Dal percorso urbano ci si sposterà nell’incantevole hinterland del meridione dove, tra curve mozzafiato e incantevoli vedute paesaggistiche, si attraverserà il comune di Buonalbergo prima di lambire la provincia di Avellino. Varcato il confine Campano, ci si inoltrerà in una prima tranche in terra pugliese dove, superato il comune di Candela, si toccheranno gli incantevoli scenari che la terra di Lucania ha da offrire. Costeggiando il parco nazionale delle Murge si farà ingresso nuovamente in Puglia, in direzione di Altamura.

 

Qui, si passerà dinnanzi all’imponente “Porta Bari”, tra gli scenari simbolo dell’edizione del 1958 del Trofeo del Mezzogiorno. Continuando lungo l’itinerario, ci si addentrerà tra le murge del barese. In un costante ed altalenante avvicendamento tra percorso urbano/architettonico e naturalistico/paesaggistico, si marcerà in direzione dei comuni di Cassano delle Murge e Acquaviva delle Fonti per poi tagliare il traguardo a Bari, lì dove i piloti in gara del 1958 conclusero la loro marcia. 

 

Vi prenderanno parte vari modelli di Vespa prodotti dal 1948 al 1958, tra farobasso (tra cui una “sei giorni”), Gs, Acma, Utilitaria. Le più antiche in gara saranno due modelli V1 con cambio a bacchetta del 1948, mentre la più “recente” una Gs del 1958.

 

Molto articolato anche il programma che vedrà il giorno 31 agosto, dalle 15.00, le operazioni di verifica e punzonatura delle Vespa dinnanzi alla Reggia di Caserta per poi spostarsi alle 19 alla Fondazione Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni dove avverrà un breafing con i piloti. Il giorno 1 settembre, alle 8, prenderà il via la gara vera e propria con la partenza ad intervalli di 30 secondi dei 100 piloti giunti non solo da tutta Italia, ma anche da diverse nazioni straniere (Germania, Austria, Svizzera e Francia).

 

Il percorso, dopo la partenza da Caserta, toccherà i centri di Maddaloni, Montesarchio, Benevento (sulla storica SS7 “Appia”), Buonalbergo, Candela, Altamura, Cassano delle Murge, Acquaviva delle Fonti per arrivare, infine, sul lungomare di Bari a partire dalle 17.30. La giornata si concluderà con una sontuosa cena di Gala. Nell’ultimo giorno dell’evento, domenica 2 settembre, i concorrenti faranno ritorno in apposito autobus messo a disposizione dall’organizzazione, alla Reggia di Caserta dove ci saranno le premiazioni finali e un lauto banchetto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 settembre - 20:05

Ecco i dati per comune per il Referendum in Trentino. Alla fine in provincia ha vinto il Sì con il 63,61% (mentre in Alto Adige ha superato il 79%). Ecco il focus su tutte le amministrazioni

21 settembre - 19:24

Le persone che si trovano nella lista del governatore sono riusciti a più che triplicare i consensi che in questo momento riesce a raccogliere il Carroccio e si trova con una percentuale di poco lontana a quella del Partito Democratico

21 settembre - 17:13

Dopo i 21 sindaci eletti nelle scorse ore ancor prima della chiusura dei seggi, altri candidati al municipio sono riusciti a intercettare i voti necessari per farsi eleggere e evitare il commissariamento. Ecco l'elenco dei primi cittadini

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato