Contenuto sponsorizzato

Produzione agroalimentare di qualità, Italia al top e il Trentino Alto Adige piazza 14 prodotti

Anche nel 2016 l'Italia si conferma leader nelle produzioni agroalimentari di qualità. Per la prima volta il nostro Paese raggiunge la Francia al primo posto per numero di riconoscimenti conferiti nel settore dei formaggi. Il Trentino Alto Adige, con 14 prodotti agroalimentari di qualità Dop e Igp, è ben posizionato nel Belpaese

Di Gianmarco Fontana - Istituto Ivo de Carneri - 31 gennaio 2018 - 20:01

TRENTO. Il Trentino Alto Adige brilla per prodotti agroalimentari di qualità Dop (denominazione d’origine controllata) e Igp (Indicazione geografica protetta). Questo quanto emerge dall’analisi del Centro Studi Cna.

 

Anche nel 2016 l'Italia si conferma leader nelle produzioni agroalimentari di qualità e il Trentino Alto Adige piazza ben 14 prodotti.

 

In totale sono 291 i riconoscimenti tra Dop, Igp e Stg (Specialità tradizionali garantite) conferiti dall’Unione europea all’Italia (+13 rispetto al 2015) che continua a essere il punto di riferimento nel mondo per numero di prodotti agroalimentari di qualità. Alle sue spalle si classificano Francia (237 riconoscimenti, +11) e Spagna (193 riconoscimenti, +8 rispetto).


I settori agroalimentari nei quali l’Italia è in vetta per numero di riconoscimenti sono quelli 'ortofrutticoli' e 'cereali', l’'olio extravergine di oliva' e le 'preparazioni di carni'. Dal 2016 l’Italia è prima anche nel comparto dei 'formaggi', settore nel quale eguaglia la Francia a quota 52.

  

L'Emilia-Romagna prima regione italiana per prodotti agro-alimentari di qualità (45), seguita da Veneto (38) e Lombardia (35), mentre il Trentino Alto Adige ben figura con 14 prodotti.


La presenza di produzioni agroalimentari di qualità sul territorio ha importanti implicazioni anche dal punto di vista del turismo, che ormai si affianca tra le motivazioni di vacanza alle visite delle città d’arte o nella permanenza in luoghi di villeggiatura. 

 

Il turista che visita l’Italia è attratto dalla possibilità di potere vivere esperienze uniche, come l’enogastronomia. Un settore sinonimo inoltre di micro-piccola impresa e artigianato

 

L’agroalimentare di qualità è il fiore all’occhiello di un sistema produttivo fondamentale per l’economia del nostro Paese. Complessivamente, infatti, il settore alimentare (comprensivo delle bevande) conta oltre 56 mila imprese (il 14,5% delle imprese manifatturiere) che impiegano quasi 429 mila addetti (l’11,8% dell’occupazione manifatturiera) e hanno realizzato un fatturato pari a 131,6 miliardi di euro nel 2015 (pari al 14,9% del fatturato dell’intero sistema manifatturiero italiano).

 

Anche la proiezione internazionale del settore è di tutto rilievo. Le vendite all’estero di prodotti alimentari nel 2015 ha sfiorato i 24 miliardi di euro. Si tratta del 7,8% del totale delle esportazioni manifatturiere.


Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 luglio - 20:40
Trovati 39 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 39 guarigioni. Numeri contenuti, ma i pazienti in ospedale sono [...]
Cronaca
24 luglio - 19:28
Sono state diverse centinaia le persone che hanno deciso di scendere quest'oggi in piazza contro l'introduzione del Green Pass mettendo addirittura [...]
Cronaca
24 luglio - 20:21
Dopo aver soggiornato a Molina di Tures aveva annunciato di voler percorrere la salita verso il rifugio Gran Pilastro. Da ieri sera i familiari non [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato