Contenuto sponsorizzato

"Trentini in Pillole", al via la nuova "web serie" de il Dolomiti: si parte con la medium di Arco

Prodotta dalla nostra testata in collaborazione con i due talentuosi filmmaker trentini, Martin Alan Tranquillini e Anna Bressanini, sarà un viaggio tra storie, volti e immagini delle nostre genti

Di Luca Pianesi - 25 agosto 2018 - 18:08

TRENTO. "Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia, e qualcuno a cui raccontarla" diceva Danny Boodman T.D. Lemon Novecento, il protagonista del romanzo di Alessando Baricco "Novecento". E di buone storie ognuno ne ha da parte, magari nascoste, tenute in disparte, piccole o grandi che siano, ma sempre e comunque straordinarie e uniche. E il Dolomiti cercherà scovarle, diventando il canale giusto per "raccontarle" con il progetto "Trentini in Pillole" un nuovo format nato in collaborazione con la società "Will o Wisp", composta da due giovani e talentuosi filmmaker Martin Alan Tranquillini e Anna Bressanini.

 

Assieme a loro faremo un viaggio tra volti, storie, spaccati di società, "pillole" (appunto) dal Trentino andando a scoprire piccoli dettagli o grandi racconti di quelli che sono, magari, i nostri vicini di casa o le persone che quotidianamente incontriamo per strada.

 

Il nostro viaggio comincia da Arco con Anna Guderzo. Nata a Bolzano negli anni '60, è moglie del medium di Arco Sergio Matteotti e anche lei, a sua volta, è una medium. Aiuta il marito durante le sedute affiancandolo mentre è in trance, assicurandosi che tutto vada per il meglio e interrompendo ogni cosa qualora emerga qualche imprevisto. Una storia stra-ordinaria dai contorni paranormali

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 dicembre - 07:38

Modifiche alle linee guida anche per quanto riguarda gli operatori: screening una volta in settimana e se non ci sono sintomi non servono test al personale che ha già contratto Covid-19 nei mesi scorsi. Francesca Parolari, presidente di Upipa: "Se aspettiamo l'insorgenza dei sintomi o aspettiamo la positività accertata di un operatore, rischiamo di non contenere il contagio. Dobbiamo agire su entrambi i fronti"

02 dicembre - 09:20

Il ministero della sanità del RegnoUnito ha spiegato: "Il governo ha accettato la raccomandazione dell'autorità di regolazione sui farmaci del Regno, la Mhra, per approvare l'uso del vaccino Covid-19 della Pfizer-BioNTech". Sono una cinquantina gli ospedali che si stanno preparando per la somministrazione 

30 novembre - 17:07

L’Ufficio meteorologia dell’Agenzia per la protezione civile spiega che la situazione è dovuta all’alternarsi di una serie notevole di fenomeni di alta pressione: “Il mese di novembre che sta per concludersi ha fatto registrare un numero eccezionale di ore di sole, il valore più elevato degli ultimi 35 anni”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato