Contenuto sponsorizzato

Campanile Basso, giornata in ricordo della prima ascensione 120 anni fa

La commemorazione è tra i momenti più intensi e emozionanti, anche per la bravura dell’attore trentino Andrea Castelli, che ha raccontato la prima ascesa al Campanile Basso, avvenuta il 18 agosto 1899 da parte degli studenti universitari austriaci Otto Ampferer e Karl Berger

Pubblicato il - 04 luglio 2019 - 20:32

ANDALO. Oggi, 4 luglio, ai 2.491 metri del rifugio Pedrotti nel gruppo di Brenta, si è svolta una manifestazione in ricordo dei 120 anni dalla prima ascensione sul Campanile Basso, il più alto monolito delle Dolomiti, alla presenza di Michele Viola, numero uno dell'Apt Dolomiti Paganella, e Tullio Serafini, presidente dell'Azienda per il turismo Campiglio, Pinzolo e Val Rendena

 

La commemorazione è tra i momenti più intensi e emozionanti, anche per la bravura dell’attore trentino Andrea Castelli, che ha raccontato la prima ascesa al Campanile Basso, avvenuta il 18 agosto 1899 da parte degli studenti universitari austriaci Otto Ampferer e Karl Berger.

 

La prima ascensione al campanile era stata però tentata due anni prima, nel 1897, dal trentino Carlo Garbari insieme alla guida Antonio Tavernaro e Nino Poli, ma dopo 10 ore, a soli 20 metri dalla vetta, i due hanno dovuto abbandonare.

 

Il racconto è proseguito tra l'ottima musica del trio musicale di Vermiglio e tra gli aneddoti, come quello secondo cui Garbari lasciò un biglietto in una bottiglia, augurando al prossimo miglior fortuna. Questa giornata, all’insegna del ricordo e del rispetto verso la montagna, si è conclusa con un momento conviviale al rifugio Pedrotti.

 

“Mi sorprende l’arditezza di questi uomini ad affrontare delle pareti verticali che ancora oggi incutono paura a chi le sale - afferma Franco Nicolini, nota guida alpina di Molveno e gestore del rifugio Tosa Pedrotti -. E’ stata una giornata bella, con tanti amici della montagna, tante guide alpine salite dall’Altopiano della Paganella e da Campiglio, con l’amico Andrea Castelli che, con il suo racconto, ci ha fatto rivivere questa impresa. Il messaggio principale che deve lasciare questa giornata, organizzata in collaborazione con l’Azienda per il turismo Dolomiti Paganella e Molveno Holiday, è il rispetto per la montagna, che è rimasta così bella ed imponente per tanti anni, che va amata e rispettata da noi e da chi verrà dopo di noi".

 

Sarà possibile rivivere questo bellissimo giorno a Molveno, il 25 luglio, durante la proiezione del video in occasione della serata-spettacolo per continuare a festeggiare i 120 anni dalla prima ascensione. Saranno presenti le guide alpine di Molveno e di Madonna di Campiglio e il coro Campanil Bas. Verranno inoltre proiettati i filmati: “Buon compleanno Campanil Bas” e "Campanile Basso cent'anni fa". La serata sarà presentata da Franco Nicolini e Rosario Fichera.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 aprile - 19:55

Il presidente in conferenza stampa ha detto che per lui da lunedì si parte ma mentre Kompatscher e Zaia prima hanno distribuito i dispositivi e poi hanno fatto l'ordinanza in Trentino ancora manca tutto. E se nelle farmacie le mascherine scarseggiano il paradosso è che i guanti si potrebbero comprare proprio nei supermercati che, però, domani sono chiusi e lunedì non dovrebbero più essere frequentati senza i guanti

04 aprile - 19:38

Le vittime negli ospedali del sistema trentino sono 3 donne e 3 uomini. Sono 1.601 le persone in isolamento domiciliare, 151 in Rsa mentre i casi complessivi riguardano 741 persone, 151 nelle case di cura e 14 in strutture intermedie. Sono 301 i pazienti ricoverati senza ventilazione, 52 in semi-invasiva e 81 in ventilazione invasiva

04 aprile - 19:01

Si tratta di un gruppo di analisi di scenario e un gruppo tecnico operativo per mettere in campo misure concrete sul breve periodo per dare "ossigeno" a chi ne ha bisogno e impostare una manovra di medio-lungo periodo, che inizi a guardare al "dopo" quindi ad uno scenario che abbracci almeno i prossimi 12-24 mesi. Ecco chi sono i 15 nomi scelti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato