Contenuto sponsorizzato

Di Maio provoca la crisi con la Francia, Toninelli insulta Lione e a Trento un B&B propone gli sconti per i cugini d'Oltralpe

L'iniziativa della struttura ''Trento nel Verde'' prevede un offerta del 20% per i turisti francesi e del 25% per quelli che vengono da Lione ''città bellissima con 2000 anni di storia e Patrimonio dell'Unesco''. Il tutto per ribadire che ''La France est notre amie'' nonostante i comportamenti dei nostri rappresentanti di Governo

Pubblicato il - 15 febbraio 2019 - 12:42

TRENTO. ''La France est notre amie'', così scrive sulla sua pagina Facebook il B&B ''Trento nel Verde'' e propone anche uno sconto del 20% per i turisti d'Oltralpe e addirittura del 25% per quelli che arrivano da Lione. Il tutto all'indomani di uno dei momenti di tensione più alti dai tempi della Seconda Guerra Mondiale tra il nostro Paese e quello francese. A far crollare i rapporti tra due stati storicamente amici e legatissimi sul piano commerciale (l'Italia tra esportazioni e importazioni ha un surplus commerciale di 10 miliardi di euro proprio grazie ai francesi) da un lato il vicepresidente del consiglio italiano Di Maio che ha deciso di andare ad incontrare di persona alcuni rappresentanti dei 'gilet gialli' (in particolare Christophe Chalencon un eversivo riconosciuto come tale dal governo Macron che non nasconde di volere un colpo di stato appoggiato dai paramilitari).

 

Una decisione che ha provocato il richiamo da parte della Francia del loro ambasciatore a Roma e messo in stand-by contrattazioni e traffici tra i due paesi (per esempio Air France si è sfilata definitivamente dalla partita per Alitalia e ora si torna a parlare nuovamente di una nazionalizzazione della compagnia italiana con buona pace dei contribuenti e di tutta la comunità). Poi è arrivato Toninelli a spigare che la Tav non s'ha da fare aggiungendo, con eleganza e visione da stratega, che è ''un buco nella montagna per mandare a Lione nessuno, perché nessuno ci vuole andare, né come persone né come merci''. 

 

''La France est notre amie'', scrive allora il B&B ''Trento nel Verde'' che spiega la sua 'proposta' così: ''Al fine di ricucire i rapporti con i graditi ospiti francesi che abbiamo avuto la fortuna di ospitare nell'anno appena trascorso e che speriamo possano tornare a visitare Trento, il Trentino, le Dolomiti e l'Italia''. 

 

''Lo sconto - proseguono i gestori della struttura che si trova in via Mesiano nelle stupende campagne tra l'Università di Ingegneria e Povo - è riservato agli ospiti di nazionalità francese che prenotano il b&b «Trento nel Verde» attraverso il sito internet www.trentonelverde.com. Lo sconto sale al 25% se i graditi ospiti arrivano da Lione, città bellissima con 2000 anni di storia e Patrimonio dell'Unesco. Entrambi gli sconti sono applicabili per i prossimi 100 giorni. Essi vogliono consolidare i rapporti con una nazione amica dove, peraltro, i gestori del b&b « Trento nel Verde» hanno avuto la fortuna di studiare''.

 

 
''Si apprende in questi giorni che Emmanuel Macron e Sergio Mattarella hanno ricordato che la Francia e l'Italia che hanno costruito insieme l'Europa, hanno una responsabilità particolare per operare di concerto alla difesa e al rilancio dell'Unione europea. Bene. Crediamo che, parimenti l'esposizione della bandiera italiana da parte di molti sindaci francesi, si possano e debbano mettere in campo anche dal basso idee e proposte “costruttive” atte a consolidare i rapporti tra paesi amici e confinanti per un futuro di pace''.

 

E allora ''Vive la France'' e ''Viva l'Italia'' unite e amiche per un'Europa più forte. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 13:20

L'esponente di Fratelli d'Italia si scaglia contro Marco Leonardelli, responsabile Giovani Lega : "Il signor Leonardelli non mi risulta si sia mai confrontato con le preferenze e la sua associazione universitaria 'Siamo Futuro' rimane a 0" e su Divan: "Può definirsi universitario da appena un mese"

28 novembre - 11:50

Sono stati analizzati 2.388 tamponi per 494 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 20,7%. Altri 3 morti, il bilancio sale a 228 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 523 decessi da inizio epidemia

28 novembre - 12:58

L'allarme è scattato verso le 10 di questa mattina, sul posto si sono portati i vigili del fuoco, il soccorso alpino e i carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato