Contenuto sponsorizzato

''Dobbiamo dare il buon esempio per primi'', l'Ordine dei medici aderisce alla campagna per il vaccino antinfluenzale

L’Ordine dei medici della provincia di Trento aderisce e sostiene, quindi, la campagna di vaccinazione antinfluenzale promossa dall’Azienda sanitaria e lo fa con il dichiarato obiettivo di sensibilizzare ancora di più gli operatori sanitari che sono a maggior rischio di contrarre il virus per il quotidiano contatto con i pazienti

Pubblicato il - 07 novembre 2019 - 20:46

TRENTO. "Non saremmo buoni operatori sanitari se non ci premurassimo di tutelare la salute di chi a noi si affida anche evitando di trasmettere loro il virus influenzale". Così Marco Ioppi, presidente dell'Ordine dei medici, nell'adesione alla campagna #iomivaccino  promossa dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari.

 

"L’epidemia influenzale a detta degli esperti nel 2020 sarà di media intensità e interesserà oltre 5 milioni di italiani - dice Ioppi - con un aumento dei casi gravi soprattutto tra le persone più fragili. Allo Stato e alle famiglie, tra i costi della gestione dei casi più gravi, la perdita di denaro connessa alle assenze sul lavoro e l'esborso per i farmaci da banco l’epidemia influenzale costerà quasi quanto una manovra economicaAl contrario la vaccinazione anti influenzale, misura di prevenzione di comprovata efficacia, efficienza e sicurezza, si conferma un'arma a basso costo".  

 

L’Ordine dei medici della provincia di Trento aderisce e sostiene, quindi, la campagna di vaccinazione antinfluenzale promossa dall’Azienda sanitaria e lo fa con il dichiarato obiettivo di sensibilizzare ancora di più gli operatori sanitari che sono a maggior rischio di contrarre il virus per il quotidiano contatto con i pazienti.

 

Se non vaccinati, possono a loro volta trasmettere l'influenza ai propri familiari, ad altri operatori sanitari e soprattutto ad altri pazienti, i quali possono andare incontro a forme gravi, se non addirittura letali. "Nella nostra provincia - conclude Ioppi - il numero degli operatori sanitari che aderisce alla vaccinazione antinfluenzale è circa del 30% e, pur essendo in aumento, è ancora troppo basso. Per testimoniare l’importanza di questa arma di prevenzione e sensibilizzare i propri iscritti alla campagna di vaccinazione anti influenzale il Consiglio direttivo e il Collegio dei revisori dei conti dell’Ordine dei medici ha deciso di dare, per primo, esempio di responsabilità e coerenza e il 6 novembre ha aderito in blocco alla vaccinazione".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

22 novembre - 08:22

Si tratta di Luca Bettega. Sul posto si sono portati i carabinieri e il medico legale. E' stata disposta l'autopsia per accertare le causa della morte 

21 novembre - 19:19

Per l'assessora provinciale competente questo sarebbe ''un segnale importante'' per aiutare chi quotidianamente convive con i problemi legati all'handicap eppure le variabili in gioco sembrano essere davvero troppe. La norma rischia di valere per pochissimi casi. Meglio sarebbe stato potenziare la legge nazionale che prevedere di favorire lo smart working per i genitori di figli disabili

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato