Contenuto sponsorizzato

''Giornata del fiocchetto lilla'' contro anoressia e bulimia: porte aperte all'associazione Arca. I volontari: ''La felicità non ha peso''

La realtà opera in città dal 1996 accogliendo e sostenendo le persone che soffrono di disturbi del comportamento alimentare e i loro cari

Pubblicato il - 14 marzo 2019 - 19:41

TRENTO. Disturbi del comportamento alimentare che spesso si accompagnano a un disagio profondo delle persone che ne soffrono e di chi sta loro attorno. Parliamo di anoressia e bulimia, patologie cui è dedicata anche in Trentino la Giornata del fiocchetto lilla, un'iniziativa di sensibilizzazione sulle problematiche che affliggono ancora troppe persone, giovanissime e ma non solo.

 

Un simbolo, quello del fiocchetto lilla per il 15 marzo, dell'impegno e della consapevolezza nei confronti delle problematiche legate a questi disturbi. Un modo di essere vicini a chi soffre e di battersi perché il fenomeno "non sia sottovalutato".

 

Un'iniziativa abbracciata a Trento dall'associazione Arca (Associazione ricerca disturbi comportamento alimentareche da più di vent'anni (dal 1996) accoglie e sostiene le persone in difficoltà e che rivolge la sua attività, oltre che a chi è affetto dalla patologia, anche a genitori, parenti e amici. Un modo di creare una rete di sostegno, di informare sulle strutture del territorio e aiutare i protagonisti nei momenti di difficoltà e a intraprendere un percorso di cura, "pur sapendo che trovare la strada del ritorno alla realtà è un percorso lungo, da sostenere con costanza, discrezione e rispetto", fanno sapere i volontari dello staff.

 

Un team impegnato nell'ascolto e nella battaglia contro delle "malattie subdole e pericolose", che venerdì apre le porte della sede Arca di via Bronzetti 29. "L'associazione - si legge in una nota - vuol far uscire dal silenzio le famiglie coinvolte nella lotta contro l'anoressia e la bulimia".

 

La sede rimarrà dunque aperta al pubblico dalle 9 alle 19 (qui tutte le informazioni). I volontari saranno a disposizione per il confronto e il dialogo. Come sempre, "senza bacchette magiche", ma animati dalla determinazione nel cercare di "alleviare l'ansia e i sensi di colpa" che spesso si accompagnano ad anoressia e bulimia, di dare informazioni e aprire una breccia nel buio della solitudine.

 

Perché l'importante è non arrendersi o isolarsi di fronte ai problemi, ma parlarne. E ricordare, dicono, che "la felicità non ha peso".

Potrebbe interessarti
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 marzo 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 marzo - 20:12

Venerdì una serata aperta alla cittadinanza dedicata a ''Genere, educazione, pluralità'' e, nel pomeriggio, appuntamento con la Cgil in piazza Dante. Il 30 marzo tutti a Verona per il corteo di Non una di meno

21 marzo - 18:37
Le indagini partono poco più di due mesi fa, quando gli agenti pizzicano un veicolo di proprietà di un comune della Val Rendena e condotto da un dipendente di Tione mentre compie una violazione alla segnaletica stradale. Gli accertamenti però mettono in luce un quadro pesante per l'uomo tra truffa, peculato e falsa attestazione di servizio
21 marzo - 20:01

I due giovani si trovavano in un tratto di pista molto ripida.  Il Soccorso alpino gli ha fatto calzare le racchette da neve e sono stati accompagnati, con l'ausilio di una corda, a valle fino alla motoslitta

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato