Contenuto sponsorizzato

''Giornata del fiocchetto lilla'' contro anoressia e bulimia: porte aperte all'associazione Arca. I volontari: ''La felicità non ha peso''

La realtà opera in città dal 1996 accogliendo e sostenendo le persone che soffrono di disturbi del comportamento alimentare e i loro cari

Pubblicato il - 14 marzo 2019 - 19:41

TRENTO. Disturbi del comportamento alimentare che spesso si accompagnano a un disagio profondo delle persone che ne soffrono e di chi sta loro attorno. Parliamo di anoressia e bulimia, patologie cui è dedicata anche in Trentino la Giornata del fiocchetto lilla, un'iniziativa di sensibilizzazione sulle problematiche che affliggono ancora troppe persone, giovanissime e ma non solo.

 

Un simbolo, quello del fiocchetto lilla per il 15 marzo, dell'impegno e della consapevolezza nei confronti delle problematiche legate a questi disturbi. Un modo di essere vicini a chi soffre e di battersi perché il fenomeno "non sia sottovalutato".

 

Un'iniziativa abbracciata a Trento dall'associazione Arca (Associazione ricerca disturbi comportamento alimentareche da più di vent'anni (dal 1996) accoglie e sostiene le persone in difficoltà e che rivolge la sua attività, oltre che a chi è affetto dalla patologia, anche a genitori, parenti e amici. Un modo di creare una rete di sostegno, di informare sulle strutture del territorio e aiutare i protagonisti nei momenti di difficoltà e a intraprendere un percorso di cura, "pur sapendo che trovare la strada del ritorno alla realtà è un percorso lungo, da sostenere con costanza, discrezione e rispetto", fanno sapere i volontari dello staff.

 

Un team impegnato nell'ascolto e nella battaglia contro delle "malattie subdole e pericolose", che venerdì apre le porte della sede Arca di via Bronzetti 29. "L'associazione - si legge in una nota - vuol far uscire dal silenzio le famiglie coinvolte nella lotta contro l'anoressia e la bulimia".

 

La sede rimarrà dunque aperta al pubblico dalle 9 alle 19 (qui tutte le informazioni). I volontari saranno a disposizione per il confronto e il dialogo. Come sempre, "senza bacchette magiche", ma animati dalla determinazione nel cercare di "alleviare l'ansia e i sensi di colpa" che spesso si accompagnano ad anoressia e bulimia, di dare informazioni e aprire una breccia nel buio della solitudine.

 

Perché l'importante è non arrendersi o isolarsi di fronte ai problemi, ma parlarne. E ricordare, dicono, che "la felicità non ha peso".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
12 maggio - 20:36
Trovati 71 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 60 guarigioni. Sono 859 i casi attivi sul territorio provinciale
Politica
12 maggio - 20:12
Bocciata la proposta di Futura per consentire di riaprire all’aperto anche ai circoli dell’associazionismo. Zanella: “Resta l’amarezza, la [...]
Politica
12 maggio - 19:44
La Provincia intende acquistare 2,8 milioni di quote di Itas Mutua. Sono emersi dubbi, in particolare da parte di Onda civica, Partito [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato