Contenuto sponsorizzato

In montagna senza smartphone, boom di richieste. Oltre 20 mila dal Brasile all'Australia e dall'Europa alla Cina

Grande successo e curiosità per “Recharge in Nature”, un progetto di sviluppo territoriale lanciato da Dolomites Maadness e promosso da 7 amministrazioni comunali, capofila Rocca Pietore con Alleghe, Livinallongo, Colle Santa Lucia, San Tomaso Agordino, Cencenighe e Taibon per trascorrere cinque giorni scollegati da tutto

Pubblicato il - 13 agosto 2019 - 20:33

ROCCA PIETORE. Boom di candidature per la vacanza in rifugio senza smartphone e tecnologie. Dal Brasile al Portogallo, dagli Stati Uniti all'Australia. E ancora Nuova Zelanda, Costarica e Cina, senza dimenticare naturalmente i Paesi europei come Germania, Francia, Svizzera, Spagna e Inghilterra: sono quasi 20 mila i candidati che da tutto il mondo chiedono di trascorrere, dal 13 al 17 settembre, cinque giorni in Agordino "scollegati" da tutto.

Insomma, grande successo e curiosità per “Recharge in Nature”, un progetto di sviluppo territoriale lanciato da Dolomites Maadness e promosso da 7 amministrazioni comunali, capofila Rocca Pietore con Alleghe, Livinallongo, Colle Santa Lucia, San Tomaso Agordino, Cencenighe e Taibon

 

In tanti hanno confessato il loro grado di stress e di dipendenza da cellulari e computer in accorati videomessaggi e altre originali comunicazioni. Se gli stressati in Italia risultano almeno 15.213, se ne contano 3.889 anche dall’estero, mentre 83.207 sono le persone che in poco meno di 1 mese hanno consultato il sito ufficiale di Recharge in Nature alla ricerca di una soluzione ai malesseri, per una media di 2,21 minuti. Diversificati anche i profili dei candidati: dall’astrofisico alla studentessa, dallo sportivo al manager.

Tantissimi non si sono accontentati della notizia rimbalzata tra giornali, tv e social media, e hanno tempestato di telefonate gli uffici turistici locali e le segreterie comunali: tutti alla ricerca di informazioni su come aggiudicarsi uno dei 10 posti in palio e su dove, come e quando ancora verrà ripetuta l’esperienza. Tra le domande più ricorrenti, naturalmente, quella se sarà davvero vietatissimo usare il telefono, se i vincitori potranno portare con sé la famiglia e se, ancora, quale evidente segno dei tempi, verrà ammesso nel gruppo anche il cane di casa.

Scaduti i termini per partecipare, sono immediatamente partite le selezioni perché, sebbene gli organizzatori non si aspettassero tutto questo successo e le tante richieste, l’impegno preso è di comunicare i risultati ai vincitori entro e non oltre 1 settimana.

 

Grande lavoro dunque in queste ore, tra la visione dei videomessaggi (oltre 2.000, alcuni davvero originali) con l’aiuto di esperti in comunicazione e marketing, e l’analisi di motivazioni e aspettative, grazie alla competenza di uno psicologo esperto in dinamiche socioculturali ed effetti tecnologici sull’essere umano. Un approccio che faciliterà la composizione del gruppo finale, salvaguardando equilibrio e diversità rispetto a provenienza, appartenenza ed esperienza, così da garantire il giusto mix che renderà davvero unica questa vacanza.

Ad accogliere i 10 vincitori dal 13 al 17 settembre sarà il Rifugio del Cai Onorio Falier a 2.074 metri di altezza in val Ombretta, ai piedi della Parete d’Argento della Marmolada, ideale punto di partenza per le oltre 180 vie aperte dagli alpinisti

Qui i partecipanti potranno cimentarsi in attività all’aria aperta accompagnati da un maestro di mindfulness, collaborare al ripristino di un territorio colpito dalla tempesta Vaia nell’ottobre 2018, essere coccolati dalla comunità locale e vivere totalmente immersi nella natura. Prima di arrivare al proprio rifugio, però, i 10 fortunati avranno abbandonato in mani sicure smartphone e portatili, guardato bene allontanarsi strade, macchine e supermercati perché, per 5 giorni, il loro mantra sarà “Recharge in Nature”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
22 giugno - 16:59
Il consigliere del Pd aveva chiesto spiegazioni sul perché alcuni alberghi trentini sul sito di Visit Trentino invece che la canonica dicitura [...]
Cronaca
22 giugno - 18:32
L'allerta è scattata lungo la strada statale 43 sul territorio comunale di Cles. Sul posto ambulanza, elicottero, vigili del fuoco di zona e forze [...]
Cronaca
22 giugno - 18:05
Mamma e papà del piccolo questa mattina non l'hanno più trovato nel letto. Sono partite immediatamente le ricerche e si sta controllando anche il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato