Contenuto sponsorizzato

L'assessorato incontra Blocco Studentesco. Gli Studenti Medi: ''E' un gruppo dichiaratamente fascista. Tutto ciò è preoccupante''

Il gruppo di estrema destra ha portato il suo dossier sulle problematiche strutturali degli istituti scolastici a due portavoce dell'assessore all'istruzione: ''A differenza di quelli della precedente giunta provinciale si sono dimostrati interessati e disponibili''

Pubblicato il - 25 febbraio 2019 - 20:36

TRENTO. ''L'interazione tra l'assessorato all'istruzione e un gruppo di stampo studentesco dichiaratamente fascista, rappresentativo di una minima parte degli studenti, suona come un campanello d'allarme ed è preoccupante''. Così Anna Garilli coordinatrice della Rete degli Studenti Medi sull'incontro che c'è stato la scorsa settimana fra i rappresentanti di Blocco Studentesco gruppo ''appendice'' di Casa Pound e due portavoce dell'assessorato all'istruzione.

 

"Ringraziamo i due portavoce che ci hanno incontrato - spiegano i ragazzi di Blocco Studentesco - che a differenza di quelli della precedente giunta provinciale si sono dimostrati interessati e disponibili ad ascoltare ed accogliere le istanze degli studenti al fine di trovare le soluzioni alle varie problematiche". E così è stato consegnato il dossier realizzato dal gruppo di estrema destra sull'edilizia scolastica ''stilato per la prima volta tre anni fa - proseguono - nel quale sono contenute le varie problematiche strutturali degli istituti scolastici trentini. Durante l'incontro si è discusso delle possibili soluzioni e dei fondi che verranno stanziati dalla Provincia".

 

Tra i casi esaminati durante l'incontro ci sono le due situazioni considerate più gravi, quelle dell'istituto Vittoria e dell'istituto Pertini. ''Al Vittoria - spiegano ancora i ragazzi di Blocco Studentesco - il 26 febbraio vi sarà l'incontro finale per presentare il nuovo progetto di ristrutturazione dell'edificio che avrà tempistiche di 2/3 anni per la costituzione e nel frattempo gli studenti resteranno nella vecchia sede dove saranno effettuati interventi tampone. All'Istituto Pertini invece, dove gli studenti sono costretti nei container a causa del crollo di due anni fa, ad aprile si inizierà a discutere il progetto che prevede la totale demolizione dell'attuale sede che verrà ricostruita con l'aggiunta di due lotti aggiuntivi (le tempistiche non sono ancora chiare)''. 

 

Poi ci sono le Iti e l'Enaip di Villazzano dove ''sono stati promessi fondi per l'acquisto di nuovi materiali e ci è stato assicurato - continuano - che ci saranno incontri a breve per discutere altre misure di miglioramento come per esempio una passerella che consenta l'attraversamento sicuro degli studenti delle iti che devono utilizzare le palestre dell'Istituto Pozzo. Infine per il Liceo Da Vinci è in discussione il progetto di ristrutturare le due palestre interne. Auspichiamo che questo sia l'inizio di un fruttuoso dialogo con l'assessorato al fine di migliorare la vita degli studenti trentini di cui ci siamo fatti e ci faremo sempre portavoce. In ogni caso noi saremo sempre in prima linea per vigilare sulle promesse fatte e per assicurarci che queste vengano mantenute."

 

Insomma, grande feeling con la nuova maggioranza provinciale. Un rapporto che, al momento, non possono vantare tutti i rappresentanti studenteschi di altro orientamento e grado. “Quanto descritto ci sembra poco realistico - aggiunge Garilli della Rete Studenti Medi - e le previsioni sull’edilizia scolastica inverosimili, come confermato, nel caso del Liceo scientifico Da Vinci, dai rappresentanti di istituto. Inoltre  l’interazione tra l’assessorato e un gruppo di stampo nettamente fascista dev’essere un campanello d’allarme, poiché per fortuna il Blocco Studentesco non rappresenta la maggioranza degli studenti, bensì una minima parte. E a tal proposito ci auguriamo che vengano sentite tutte le campane”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 maggio - 19:52
Trovati 36 positivi, non sono stati comunicati decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 113 guarigioni. Sono 689 i casi attivi sul [...]
Cronaca
18 maggio - 21:40
L'allerta è scattata lungo la MeBo in direzione nord all'altezza dell'uscita per Terlano. In azione la macchina dei soccorsi, due le persone [...]
Politica
18 maggio - 17:18
C'è da evidenziare che i numeri rispetto al capoluogo sono molto diversi: 998 domande a Trento tra ottobre 2020 e aprile 2021, mentre a Rovereto [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato