Contenuto sponsorizzato

''Le Greta sparse nel mondo e quelle vicino a noi ci ricordano che, ancora, vale la pena lottare'', Fridays for future visto dagli adulti

Questo è il futuro che avremmo voluto? Quello libero dalla plastica e dai rifiuti? Quello per cui abbiamo fatto le nostre piccole lotte? La memoria è corta. Guardiamo i nostri figli come fossero altro da noi. In parte è vero che sono altro. Per fortuna. Per fortuna ci ricordano che il futuro va costruito

Di Idil Boscia - 01 ottobre 2019 - 17:09

TRENTOC'eravamo anche noi, una volta, a far sentire la nostra voce. Non nelle piazze, non attraverso i media, ma nei corridoi e nelle aule delle scuole, con i nostri amici e nelle nostre famiglie. Noi ragazzi degli anni Ottanta, oggi genitori.

 

Sgridavamo mamma e papà perché volevano comprare la seconda macchina. Piangevamo vedendo il disastro di Sarno e gli animali maltrattati. Cercavamo tra gli scaffali del supermercato quell'unico prodotto meno dannoso per l'ambiente. Passavamo in rassegna le camere per verificare che le luci non fossero rimaste accese. Eravamo energici ed anche un po' arrabbiati.

 

Oggi, con qualche capello bianco, guardiamo in Tv Greta ed ascoltiamo le voci dei giovani. E, per un attimo, ci sembra che il tempo non sia passato. Che quei ragazzi siamo noi qualche decennio fa. Che ci battiamo per le cose importanti. Per il nostro pianeta. Per il nostro futuro.

 

Riavvolgiamo il nastroQuesto è il futuro che avremmo voluto? Quello libero dalla plastica e dai rifiuti? Quello per cui abbiamo fatto le nostre piccole lotte? La memoria è corta. Guardiamo i nostri figli come fossero altro da noi. In parte è vero che sono altro. Per fortuna. Per fortuna ci ricordano che il futuro va costruito.

 

In modi discutibili, a volte, ma ci fanno andare al cuore. E, forse, ci fanno sentire un po' sconfitti. Perché la nostra voce non si sente più. Perché, ora che siamo genitori, abbiamo bisogno che i figli ci riportino su una strada giusta. Abbiamo smarrito la semplicità che ci faceva vedere le cose in bianco e nero, che ci faceva capire in modo netto qual era la scelta giusta. Anche se costava fatica.

 

Paghiamo anche noi, forse, una differenza generazionale. Di certo, per strada abbiamo perso dei pezzi. Ma le Greta sparse nel mondo e quelle vicino a noi ci ricordano che, ancora, vale la pena lottare. Col loro aiuto, perché soli non ne siamo più capaci. Ci basta risvegliare la memoria e lo sguardo sul presente. E sul futuro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
24 June - 18:02
La consigliera comunale di Rinascita Rovereto Gloria Canestrini ha annunciato questa mattina, 24 giugno, insieme al consigliere provinciale di Onda [...]
Politica
24 June - 16:42
La senatrice ha interessato  i ministeri della Salute, del Lavoro e delle politiche sociali e della Giustizia. La giovane ginecologa di 31 [...]
Cronaca
24 June - 16:47
E' successo nelle prime ore di questo pomeriggio, la donna è stata elitrasportata all'ospedale di Vicenza
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato