Contenuto sponsorizzato

Riqualificazione dell'autosilo, arriva lo schermo curvo più grande del nord Italia

Oltre 46 metri quadrati di superficie a 7 metri d'altezza. Proietterà informazioni utili e pubblicità. Bonafini: ''A breve il quinto piano diverrà green, con pannelli fotovoltaici e di colonnine di ricarica per veicoli elettrici''

Pubblicato il - 28 maggio 2019 - 18:01

TRENTO. Difficile che l'installazione sia passata inosservata. Di cosa parliamo? Del maxischermo a led che da qualche giorno fa mostra di sé sulla facciata nord dell'autosilo Petrarca di Trento, a un'altezza di 7 metri dal marciapiede. Con i suoi 9,6 metri (di lunghezza) per 4,8 (di altezza) è il più notevole del nord Italia per curvatura e dimensioni.

 

Lo schermo è stato costruito con un sistema di illuminazione che permetta una piena visibilità anche alla luce solare e rientra negli obiettivi di riqualificazione e sviluppo dell'autosilo di via Petrarca assieme ad altri interventi, tra cui il giardino verticale, portati avanti da Confcommercio Trentino attraverso Terfin, la società che gestisce la struttura, guidata da Emanuele Bonafini.

 

Se altri schermi delle medesime dimensioni si trovano anche altrove nel Paese (ad esempio negli aeroporti milanesi), lo schermo dell'autosilo risulta essere, secondo le ricerche svolte in fase di ricognizione, unico nel suo genere per curvatura e grandezza (è insomma il più grande schermo più curvo del nord Italia).

 

La superficie complessiva dello schermo è di oltre 46 metri quadrati, mentre la tecnologia è a led ad alta luminosità, collocati a un passo di 0,8 centimetri per una qualità elevata di riproduzione.

 

È stato studiato apposta per aderire alla superficie molto curva dell'autosilo, alla quale è destinato. La progettazione architettonica e impiantistica e la direzione dei lavori sono state curate da Antonio Armani, l'ingegnere già co-progettista del giardino verticale nato nel 2016 sulla torre sud dell'autosilo, di Interstudio ingegneri associati. La produzione del pannello e delle strutture di supporto e installazione è invece stata curata da una realtà di Torino, la Art tech di Villar Dora.

 

"Con questo intervento - spiega Emanuele Bonafini - abbiamo intenzione di proseguire nell'attività di qualificazione e ammodernamento della struttura dell'autosilo. Grazie a questa innovativa soluzione, unica nel suo genere nel nord Italia, il parcheggio multipiano vuole confermare l'obiettivo di essere uno snodo importante per la viabilità cittadina, orientandosi a uno sviluppo tecnologico che coniughi efficienza e qualità dei servizi a un'attenzione verso l'ambiente che consideriamo imprescindibile".

 

Un concetto che spiega: "Il giardino verticale, infatti, inaugurato sul lato sud nel 2016, non è soltanto una scelta estetica, così come il rivestimento "mangia-smog" installato sulla parete laterale. E per il futuro abbiamo anche in progetto di convertire l'ultimo piano in un quinto piano "green", con l'installazione di pannelli fotovoltaici e di colonnine di ricarica per veicoli elettrici".

 

Per quest'ultimo intervento "green" è attesa la concessione. Da Palazzo Thun è arrivata inoltre la richiesta di non proiettare (almeno per ora) sul maxischermo video, nonostante lo strumento sarebbe predisposto pure per questo compito. Il motivo della richiesta è subito detto: lo schermo si affaccia su una strada dove è previsto il passaggio veicolare (su cui va rispettato il codice della strada) e si voleva evitare che dei video potessero distrarre o disturbare gli automobilisti in transito.

 

«Nei prossimi giorni il maxischermo proietterà alcune immagini promozionali della città e del Trentino, con eventi e informazioni utili - prosegue Bonafini - Più avanti apriremo anche a inserzioni pubblicitarie: le caratteristiche del supporto e la posizione strategica (via Petrarca è percorsa quotidianamente da migliaia di autoveicoli) ne fanno uno strumento molto appetibile e innovativo".

 

Non è esclusa in questo senso, sempre per il futuro, la possibilità (prevista dallo strumento) di dividere il maxischermo e dedicarne una parte alle informazioni utili e un'altra alla pubblicità".

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
altra montagna
23 febbraio - 06:00
Animali domestici non protetti a dovere, alcune predazioni avvenute negli ultimi tempi ed è tornata la paura, atavica, nel paesino di [...]
Cronaca
23 febbraio - 11:15
La quota neve si aggira sui 1100 metri, agli automobilisti si consiglia di moderare la velocità e guidare con particolare attenzione
Cronaca
23 febbraio - 10:13
La nota sciatrice torna a parlare a oltre due settimane dal terribile infortunio subito durante una caduta a Ponte di Legno, dove la fuoriclasse [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato