Contenuto sponsorizzato

Settanta metri di capelli raccolti per la creazione di parrucche da donare ai malati oncologici

Grazie alla partecipazione così numerosa e sentita dei donatori, l’iniziativa, che inizialmente era prevista concludersi nel dicembre 2019, vedrà i parrucchieri di Cna impegnati anche nei primi sei mesi del 2020

Di Lucia Brunello - 11 novembre 2019 - 19:36

BOLZANO. E’ sorprendentemente positivo il numero di adesioni ottenute dall'iniziativa “Diamoci un taglio” promossa da RagionevolMente e Lilt, uniti per raccogliere capelli da utilizzare nella creazione di parrucche da donare ai malati oncologici.

 

La generosità dei donatori ha permesso di raggiungere nell’arco di pochi mesi una quantità di capelli tanto significativa quanto inaspettata: ben 70 metri raccolti in tutto l’Alto Adige; simbolo dell’efficace effetto di sensibilizzazione ottenuto con la buona pubblicità fatta attraverso i social media e i tradizionali mezzi di comunicazione.

 

Grazie alla partecipazione così numerosa e sentita dei donatori, l’iniziativa, che inizialmente era prevista concludersi nel dicembre 2019, vedrà i parrucchieri di Cna impegnati anche nei primi sei mesi del 2020

 

Un ruolo fondamentale nella sua pubblicizzazione mediatica è avvenuta durante la manifestazione “Don Bosco solidale”, grazie alla massiccia adesione delle atlete del Basket Rosa Bolzano.

 

Oggi, lunedì 11 novembre, Sandro Stefanati e Antonella Bellante, portavoce e funzionaria di Cna-Shv Federacconciatori, hanno consegnato alla Lilt di Bolzano altri 13 metri di capelli donati da luglio ad ora, che si aggiungono ai 26 metri di capelli raccolti dai vari saloni e dalla Lilt direttamente tra febbraio e luglio. Altri 30 metri di capelli, nello stesso lasso di tempo, sono stati consegnati alla Lilt da donatori o da parrucchieri che, pur non aderendo all’iniziativa, hanno accettato di effettuare il taglio.

 

La donazione minima è una treccia di 20 centimetri. Ogni 800 grammi di capelli donati, la ditta “Winner’s – Capelli vincenti” di Verona dona una parrucca a RagionevolMente che, in collaborazione con la Lilt, provvede a metterla a disposizione dei pazienti oncologici.

 

Tutti coloro che vogliono donare i capelli, non devono far altro che rivolgersi ad uno dei saloni aderenti all’iniziativa (www.liltbolzanobozen.com e www.cnabz.com), oppure ai loro parrucchieri di fiducia che potranno rivolgersi a Federacconciatori per le opportune istruzioni.

 

Federacconciatori è a disposizione di tutti i saloni, anche non associati, per fornire le indicazioni sul taglio e sulla consegna delle trecce, purché rispettino le caratteristiche richieste dall’azienda “Winner’s – Capelli vincenti”. Per maggiori informazioni è possibile contattare l’associazione di categoria al numero 0471 546754 oppure inviare un’e-mail al portavoce Sandro Stefanati all’indirizzo sandro.stefanati@gmail.com.

 

Anche la Lilt di Bolzano è a disposizione per fornire le necessarie informazioni al numero 0471 402000.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

09 dicembre - 13:08

L'Ente Nazionale Protezione Animali chiede ai primi cittadini delle ordinanze. Già il Consiglio comunale di Rovereto ha scelto di mettere dine ai fuochi d'artificio

09 dicembre - 05:01

C'è anche nel masterplan di sviluppo del Bondone ''Necessario tenere in considerazione gli importanti cambiamenti climatici in atto e valutare quindi con attenzione la necessità di anticipare un cambio di prospettiva dell’offerta turistica", ma la discussione politica non sembra ancora cominciata

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato