Contenuto sponsorizzato

Studiare le serie tv per appassionare i ragazzi alla letteratura. Il Da Vinci lancia un corso per gli insegnanti trentini

L'insegnante di letteratura Amedeo Savoia ha organizzato un corso con ospite l'esperto di serie tv e docente dell'Università dell'Aquila Gianluigi Rossini. L'idea, partita in piccola, ha riscosso subito grande successo, visto anche il grande consumo fatto dai più giovani. Perché le tecniche narrative delle migliori serialità, non hanno nulla da invidiare alla grande letteratura

Di Davide Leveghi - 26 November 2019 - 19:12

TRENTO. Utilizzare le serie tv per rendere più “accattivante” la letteratura e avvicinare i ragazzi alle tecniche e alle strategie di costruzione delle narrazioni. È questa l'idea avuta da Amedeo Savoia, insegnante di letteratura del liceo scientifico Da Vinci di Trento, che in collaborazione con l'ordinario di Letteratura italiana dell'Università di Trento Claudio Giunta ha deciso di organizzare un corso d'aggiornamento dedicato ai docenti.

 

Un'idea che, confessa Savoia, non si pensava potesse interessare tanto gli insegnanti. “Siamo sorpresi dal riscontro – racconta alla nostra testata – poiché inizialmente il corso era immaginato per una trentina di persone e l'apertura agli altri istituti era dettata dalla paura di essere pochi. Invece riempiremo l'Aula Magna del liceo. Fino ad ora sono arrivate ben 114 richieste d'iscrizione. Questo interesse dimostra l'importanza del fenomeno”.

 

Un fenomeno che, grazie alle piattaforme digitali, ha portato sempre più gente ad accedere alle serialità. Serialità che significa storie, tante storie, più o meno ben fatte, più o meno complesse. “L'idea è nata dal fatto che sempre più, negli ultimi anni, quando si nominano le serie i ragazzi mostrano interesse – spiega – vista anche la grande disponibilità. Fondamentalmente la qualità di alcuni di questi lavori è tale da avere una profondità paragonabile a romanzi complessi”.

 

Da qui si è deciso, pertanto, che fosse necessario approfondire l'utilità didattica delle serie televisive, vero e proprio repertorio di strategie e tecniche di narrazione. “I ragazzi, attraverso le serie – continua l'insegnante – acquistano consapevolezza ai racconti, alla costruzione stessa delle storie. Esse, tuttavia, trovano nelle condizioni produttive un elemento decisivo per poter divenire prodotti di qualità. Anche di questo si parlerà nel corso tenuto da Gianluigi Rossini”.

 

Le lezioni, previste per giovedì 28 e venerdì 29 novembre, verranno infatti condotte dal docente di televisione, serialità e media digitali all'Università dell'Aquila e autore del volume La serie tv (2016, Il Mulino), Gianluigi Rossini, che nel corso della due giorni illustrerà alla platea di insegnanti la storia delle serie tv dalla nascita negli Usa all'evoluzione del genere in parallelo con la storia della televisione.

 

Nel corso verranno inoltre analizzati i risultati del questionario somministrato a circa 80 docenti e quasi 500 studenti degli istituti superiori della provincia. Sarà così possibile tracciare un quadro rappresentativo dei gusti di questa fetta di pubblico. “Ho cominciato poco tempo fa a guardare serie – confida Savoia – su stimolo dei miei figli e dello scrittore Paolo Nori, con cui ho collaborato. Ogni tanto spulcio qua e là qualche episodio. Tra le serie lunghe ho finito Mad Men e Breaking Bad”.

 

E chissà che tra i molti professori di letteratura, non si celi in incognito qualche docente di chimica...

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 ottobre - 20:33
L'assessore all'Istruzione della Provincia di Trento spiega: "In Trentino partiamo con il dire che abbiamo una situazione meno marcata rispetto [...]
Cronaca
19 ottobre - 20:51
Mentre nei Paesi più poveri del mondo le dosi continuano a scarseggiare, in Italia, dove i vaccini non mancano, sono molte le persone a [...]
Politica
19 ottobre - 19:57
La discussione si è accesa sulla dichiarazione di inammissibilità di alcuni emendamenti di Alex Marini e sulla non volontà di Masè di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato