Contenuto sponsorizzato

Tra ''I mille di Sgarbi'' c'è anche un giovane trentino. Mattia Cozzio espone due opere post-cubiste: ''Sgarbi? Mi ha fatto i complimenti''

Ai Magazzini del sale di Cervia l'artista 29enne di Carisolo ha portato ''L'assenzio'' (2018) e ''Luce nel buio'' (2017). Il presidente del Mart gli ha dedicato un post su Facebook

Pubblicato il - 01 giugno 2019 - 20:08

TRENTO. Del resto della "vanità", dell'orgoglio di "aver trovato delle belle opere d'arte" aveva parlato anche durante la presentazione della mostra di Castel Caldes (qui articolo). E sembra proprio che Vittorio Sgarbi, nuovo presidente del Mart, abbia scovato un'altra gemma. Questa volta in Trentino, e più precisamente a Carisolo.

 

È la storia che racconta il trentino Mattia Cozzio, un artista della val Rendena (classe 1990), selezionato dal famoso critico ed appassionato d'arte per "I mille di Sgarbi. Lo stato dell'arte contemporanea in Italia". L'evento, la cui prima edizione è stata inaugurata venerdì ai Magazzini del sale di Cervia, ha visto selezionate personalmente dal presidente del Mart le opere (di pittura, scultura, fotografia, arte digitale e ceramica) di 129 artisti sulle oltre mille candidature arrivate in tre mesi da tutto il Paese.

 

Tra questi c'è proprio Mattia Cozzio che nella mostra che rimarrà visitabile fino al 9 giugno (qui il sito web) espone due opere, "L'assenzio" (2018) e "Luce nel buio" (2017) e al quale Sgarbi ha dedicato anche un post sulla sua pagina di Facebook.

Ma andiamo con ordine. "L'artista lo faccio per lavoro - racconta Cozzio raggiunto ancora a Cervia - Il mio nonno era un pittore e io disegno da quando ero piccolo. Ho studiato all'istituto d'arte Vittoria di Trento e poi ho incominciato a dipingere. Finora avevo fatto delle mostre solo in Trentino, l'ultima un mese fa a Trento, curata da Gianluigi Rocca e Nicoletta Tamanini. Ho lavorato per un periodo in Germania a Dresda in una casa d'artisti, grazie al mio professore Paolo Dolzan che mi ha invitato lì e che spesso mi aiuta a organizzare delle mostre. Quella di Cervia è insomma la prima esposizione fuori dal Trentino".

 

"Ci si poteva iscrivere - afferma sempre Cozzio - e io l'ho fatto, mandando tre lavori. Sgarbi mi ha risposto che erano tutti tre notevoli. In mostra potevo portarne solo due e così ho fatto: ho scelto due opere, due visi post-cubisti, "L'assenzio" del 2018, e "Luce nel buio" del 2017. In mostra mi hanno tenuto il posto più bello, con una bella luce, le opere si guardano e stanno molto bene. Sono realizzate con tecnica mista su tela".

Alle due opere Vittorio Sgarbi ha voluto dedicare, il 30 maggio, anche un post sulla sua pagina Facebook: "Molti - si legge - sono i giovani e giovanissimi da me selezionati per la mostra "I Mille di Sgarbi" che inaugura domani alle 19 ai Magazzini del sale di Cervia. Tra questi, c'è l'artista Mattia Cozzio, con le opere "L'assenzio" e "Luce nel buio". Vi aspetto domani per parlare d'arte, in mezzo alle opere degli artisti che ho scelto".

 

 

Come nascono opere come queste? "Mi lascio andare sui volti, parto da un particolare e mi faccio trascinare dall'ispirazione e dall'immaginazione" spiega l'artista di Carisolo. "Nei momenti buoni arrivo a fare anche un quadro ogni due giorni, a casa ne ho parecchi. Adesso sto restaurando uno studio per farci il mio atelier a Spiazzo".

 

Cozzio racconta dell'emozione dell'incontro con il critico che lo ha selezionato: "Su tutti ha scelto di fare un post su di me e quando gli ho dato il catalogo mi ha detto: "Sei uno dei migliori"".

 

Ma non è tutto: la mostra, in forma ridotta, verrà portata anche a Cortina o a Madonna di Campiglio, e Mattia spera di poter essere tra gli artisti selezionati. Inoltre il giovane artista sta scrivendo a quattro mani con il poeta Diaolin della val di Cembra un libro con testi e disegni che uscirà per fine anno.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 12:30

Zanella lascia l'assessorato comunale alla Mobilità e andrà in Consiglio provinciale: "Porterò avanti battaglie su diritti, parità di genere e migranti. Ma assieme a tutta la coalizione dobbiamo iniziare a costruire anche un progetto per il 2023"

23 novembre - 16:19

Dati i danni economici causati dal virus il Comune ha approvato in via straordinaria la distribuzione del bonus alimentare e del bonus famiglia. La domanda per entrambi va presentata entro il 31 gennaio 2021

24 novembre - 11:24

Partendo dal ritrovamento di un’esemplare investita da un’automobile, nella zona del Garda veronese, è stato possibile individuare un intero branco di sciacalli dorati, con almeno 3 cuccioli al seguito. L’esperto: “Si tratta sicuramente del gruppo più importante per l’espansione della specie in Italia”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato