Contenuto sponsorizzato

Via libera alla legge sugli agriturismi, Cosi: ''Grande soddisfazione. Finalmente non potranno più esserci equivoci ed è riconosciuta la nostra specificità''

A metà novembre dovrebbe esserci la festa degli agriturismi: si ricorderà la prima legge fatta 45 anni fa proprio in Trentino e si celebrerà quella nuova. Ecco quali sono i punti che la caratterizzano

Pubblicato il - 25 October 2019 - 16:39

TRENTO. ''Non posso che ringraziare l'assessora. Dopo anni di discussioni e confronti siamo riusciti a trovare quel riconoscimento, anche normativo, che attendevamo. Da oggi siamo pronti a collaborare con tutte le altre categorie con la consapevolezza che il mondo degli agriturismi può diventare molto importante per tutto il settore turistico''. Manuel Cosi è davvero molto soddisfatto per l'ok arrivato negli scorsi giorni alla legge sugli agriturismi. Da presidente dell'associazione Agriturismo Trentino spiega che con questa legge si va a riorganizzare la materia rendendola autonoma dall'enoturismo, dalle strade del vino, dei fiori e dei sapori, dal pescaturismo e ittoturismo e dall'agricoltura sociale.

 

''Questo non vuol dire che non lavoreremo con gli altri - spiega ancora Cosi - anzi siamo pronti a collaborare con tutti. Però così, finalmente possiamo darci delle regole noi, non ci potrà più essere l'agritur che espone il cartello Ristorante, B&b, Pizzeria: siamo un'entità riconosciuta e riconoscibile e chi sbaglierà potrà essere allontanato dall'associazione''. Caso vuole, che proprio in Trentino sia stata realizzata la prima legge sugli agriturismi nel 1974 e ora, a 45 anni di distanza, è tempo di festeggiare quella data aggiungendo anche la soddisfazione per quella nuova (e intorno a metà novembre dovrebbe esserci proprio un evento dedicato). 

 

Oggi sono circa 500 gli agriturismi in Trentino, in deciso aumento negli ultimi sedici anni. Si è passati dagli appena 188 nel 2003 ai 367 nel 2011, quindi 445 nel 2015 e 478 nel 2017. Di questi circa 340 strutture offrono accoglienza e l'anno scorso il comparto ha messo a disposizione 4.900 posti letto per registrare 400 mila presenze e 120 mila arrivi per un incremento rispettivamente del +10% e +9%. ''

 

Si definiscono attività agrituristiche le attività di ricezione, ospitalità, somministrazione di pasti e bevande, organizzazione di degustazioni di prodotti aziendali e organizzazione di attività ricreative, culturali, di pratica sportiva, escursionistiche, di ippoturismo, nonché le attività di fattoria didattica, esercitate mediante l’utilizzazione della propria azienda agricola e in rapporto di connessione rispetto alle attività agricole. ''È la prima volta che viene dedicata una legge apposita all’agriturismo - ha spiegato l'assessore Zanotelli - l’obiettivo centrale è quello di aumentare la qualità dell'offerta, facendo crescere ulteriormente il nostro sistema degli agriturismi per farli diventare veri e propri testimoni della qualità del nostro territorio, dell’agricoltura trentina e dei prodotti che esprime”. E ora si aprirà la partita vera: fatta la legge, che è piuttosto generica anche se mette dei primi paletti, andrà realizzato il regolamento che andrà a disciplinare il settore.

 

Intanto ecco i punti più significativi del disegno di legge
Per attività di fattoria didattica si intendono le iniziative di carattere educativo e didattico-culturali, volte a favorire la conoscenza del territorio rurale, dell'agricoltura e dei suoi prodotti, della vita e della biodiversità animale e vegetale, la conoscenza dei sistemi agricoli di produzione biologica, integrata ed ecocompatibile, nonché l'educazione al consumo consapevole, a una sana alimentazione e all'adozione di corretti stili di vita.

 

Per esercitare un’attività agrituristica deve essere presentata una SCIA al comune in cui si trovano le strutture e i locali da destinare a tale attività da parte dei soggetti (imprenditori, società e cooperative) che possono esercitare le attività agrituristiche, assicurando la connessione tra l’attività agricola (che deve rimanere principale) e l’attività agrituristica.

 

Quanto alla tipologia di prodotti alimentari utilizzabili, la legge prevede che nelle attività di somministrazione di pasti e bevande e di degustazione di prodotti aziendali devono essere impiegati prevalentemente prodotti alimentari della propria azienda agricola e di altre imprese agricole trentine, demandando poi al regolamento di esecuzione la fissazione di alcuni limiti minimi d’impiego.

 

La nuova legge prevede che il termine “agriturismo” e le altre denominazioni attributive sono riservate esclusivamente alle aziende che esercitano attività agrituristiche e per evitare confusione con altri esercizi, alle imprese agrituristiche vieta di utilizzare denominazioni ambigue e diverse rispetto all’agriturismo, quali “ristorante”, “bar” o “pizzeria” e denominazioni derivate. 

 

Con l’intento di garantire la qualità dell’offerta agrituristica, la proposta normativa introduce un sostegno in favore delle associazioni degli operatori agrituristici, in particolare per l’organizzazione di corsi di aggiornamento e di formazione rivolti agli operatori dell’agriturismo e per l’attivazione di forme di controllo relative alla classificazione e ai servizi offerti.

 

Infine, con la nuova legge viene fornita una disciplina organica dell'attività enoturistica. Sono considerate attività enoturistiche tutte le attività di conoscenza del vino espletate nel luogo di produzione, le visite nei luoghi di coltura, di produzione o di esposizione degli strumenti utili alla coltivazione della vite, le iniziative a carattere didattico e ricreativo nell’ambito delle cantine, la degustazione e la commercializzazione delle produzioni vinicole aziendali sempre nell’ambito delle cantine, anche in abbinamento ad alimenti. Per quanto riguarda la somministrazione di alimenti, è esclusa la preparazione di pasti, mentre è invece possibile accompagnare la mescita dei vini con prodotti agroalimentari freddi provenienti prevalentemente dalla propria azienda agricola e da altre imprese agricole trentine.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 giugno - 16:53
La Pat oggi ha promosso un incontro con i sindaci per fare il punto sulla campagna e per condividere le strategie per aumentare la copertura troppo [...]
Cronaca
16 giugno - 16:21
Queste immagini di vita quotidiana sono rarissime in Europa perché le coppie di sciacallo dorato per la nascita dei cuccioli sfruttano tane [...]
Cronaca
16 giugno - 15:50
L'operazione in un condominio di Gardolo, nel corso delle procedure di espulsione, uno dei cittadini extracomunitari si è reso protagonista di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato