Contenuto sponsorizzato

''Chi riconosce gli sposini?'' dalle pulizie di quarantena spunta fuori una micro Sd trovata 4 anni fa: un intero album fotografico di un matrimonio

Trovata sulla spiaggia del lago di Levico più di 4 anni fa, una micro Sd con le foto dell'album nuziale, potrebbe essere il più bel regalo di Natale da fare ai due sposini. Su Facebook partita la caccia ai nomi

Di Laura Gaggioli - 21 December 2020 - 08:52

LEVICO TERME. Natale, si sa, porta magia e sorpresa. Anche a distanza di tempo. Non è mai troppo tardi per ricevere un regalo, specialmente se si tratta di una scheda Sd, persa 4 anni fa, sulla spiaggia del lago di Levico, con tutte le foto del tuo matrimonio.

 

E’ questo infatti il dono che potrebbero ricevere due sposini, ora presi, probabilmente, con la celebrazione delle nozze di cera, l’anniversario del quarto anno di matrimonio, se qualcuno però sarà in grado di riconoscerli.

 

Dal social spunta l’appello di colei che, per 4 anni, ha custodito in un cassetto l’album fotografico digitalizzato, dimenticato poi senza cattiveria e sbucato fuori con l’intervento del coronavirus. In quarantena è infatti molto il tempo da dedicare ai ricordi e alle pulizie. Ecco così che la perdita della scheda Sd, che 4 anni fa sarà stata vissuta con disperazione, oggi potrebbe trasformarsi in un “Carramba che sorpresa”.

 

Sulle pagine Facebook sono già molte le condivisioni sui vari gruppi per aiutare i protagonisti del misfatto a ricongiungersi con le loro foto. Una stretta collaborazione per regalare un sorriso, ma anche solo per sdrammatizzare sulle tante possibilità che, per qualcuno, questa pandemia può offrire.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 11:05

L'Apss conferma l'errore: nell'ospedale di Rovereto sono state somministrate 12 dosi di soluzione fisiologica al posto dei vaccini. A dare la notizia eravamo stati noi de ildolomiti.it, senza ricevere alcuna risposta da parte delle autorità sanitarie. "Gli operatori sono stati informati. Non c'è nessun rischio per i soggetti coinvolti"

22 January - 05:01

Ad alcuni sanitari, invece della prima dose del vaccino, è stata somministrata per errore una semplice soluzione fisiologica. Ora, anziché presentarsi per il richiamo dovranno essere sottoposti a un test sierologico per capire chi ha ricevuto il vaccino e chi no (QUI L’AGGIORNAMENTO E LA CONFERMA DELL’ERRORE DA PARTE DELL’APSS)

22 January - 10:25

Il personale vaccinato è di 82 unità su 95 (86%) tra operatori sanitari e assistenziali. Da questa settimana riprendono le visite con le solite regole, per gli ospiti che possono riceverle

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato