Contenuto sponsorizzato

Come nel romanzo di Sepúlveda: il gabbiano non vola ma in suo aiuto arriva l’avvocato che difende gli animali

La Lipu, che ha preso in cura l’esemplare, parla di “una sospetta intossicazione”. Nella stessa zona era stato rinvenuto un altro gabbiano morto. L’avvocato Dalba: “Quando mi sono avvicinato si capiva subito che era confuso e spaventato, inoltre non riusciva a spiccare il volo”

Di Tiziano Grottolo - 24 August 2020 - 12:06

ARCO. “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” è un romanzo del compianto Luis Sepúlveda dal quale è stato tratto anche un film d’animazione, il racconto parla di un gatto che si prende cura di un pulcino di gabbiano. Seppur con le dovute differenze una storia simile è andata in scena anche in Trentino dove il protagonista però, anziché essere un gatto, fa l’avvocato.

 

Stavo passeggiando vicino al mio ufficio – racconta Francesco Saverio Dalba, avvocato arcense – quando ho notato un gabbiano che si spostava in modo confuso e spaventato sul ciglio della strada”. Dalba, da sempre in prima linea nella difesa degli animali, spesso e volentieri ha seguito le cause per conto delle associazioni ambientaliste della zona e ha capito subito che qualcosa non andava. Come riporta lui stesso, il giorno precedente, nello stesso luogo aveva rinvenuto un esemplare morto. Ritrovamenti simili non devono sorprendere perché varie specie di gabbiani arrivano fino in Trentino in cerca di cibo (QUI articolo), nella zona del Garda sono anche state osservate delle coppie nidificanti. Eppure, come Dalba e la Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli) scopriranno in seguito, questa vicenda potrebbe avere dei risvolti inquietanti.

 

 

“Temendo che fosse in difficoltà mi sono avvicinato per capire meglio”, prosegue l’avvocato. Sospetti confermati perché l’esemplare di gabbiano reale mediterraneo (Larus michahellisnon riusciva a spiccare il volo. “Con l’aiuto dei volontari del dell’Ada, l’associazione che gestisce il vicino canile siamo riusciti a catturare il gabbiano mettendolo in salvo”. A quel punta Dalba ha pensato di contattare la Lipu affinché l’esemplare catturato potesse essere curato al meglio.

 

Il gabbiano presentava i possibili sintomi di intossicazione – spiegano dal centro Lipu che si è preso cura del volatile – ciò potrebbe essere riconducibile sia a una condotta dolosa, cioè qualcuno che deliberatamente ha lasciato delle esche avvelenate, ma anche a un’intossicazione indiretta”. In altre parole l’uccello potrebbe aver mangiato qualcosa di avariato o essersi cibato di altri animali che a loro volta erano stati avvelenati, come dei topi. “Sull’animale vivo ovviamente non abbiamo potuto verificarlo, ma per rimetterlo in sesto sono bastati un trattamento di vitamina B e un po’ di riposo”.

 

Ora l’esemplare è stato liberato, una storia lieto fine che ricorda da vicino il romanzo di Sepúlveda: il gabbiano “Fortunato”, come la più famosa gabbianella, ha avuto la buona sorte di incrociare la strada dell’avvocato Dalba. Grazie alle cure infatti, è tornato a volare. Allo stesso tempo però, il ritrovamento dell’esemplare morto, unito a un caso analogo avvenuto a Tempesta, apre alcuni interrogativi. Nell’Alto Garda il problema delle esche avvelenate esiste e il dubbio che anche questo esemplare possa averne ingerita una, resta. Se qualcuno dovesse imbattersi in volatili in difficoltà sul sito della Lipu ci sono i vari recapiti-

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
19 aprile - 09:45
Sono 1.367 le persone attualmente contagiate in Trentino. Sono 21 i territori con 1 persona attualmente positiva. Registrate 130 guarigioni dal [...]
Cronaca
19 aprile - 11:07
Per oltre 20 anni aveva portato avanti il reparto di ginecologia di Cles. Negli ultimi tempi, a causa delle sue condizioni di salute, era stato [...]
Società
18 aprile - 19:54
Messo sotto la lente regionale del Trentino Alto Adige, il paradigma nazionale italiano mostra tutte le sue crepe. Il processo di costruzione [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato