Contenuto sponsorizzato

Correre una maratona in giardino in solidarietà alla Croce Rossa impegnata nel fronteggiare l'emergenza. Ecco la "Quarantine Marathon"

Simon Lerch ha intrapreso una personale impresa nel proprio giardino, tracciando un 8 tra due alberelli e percorrendo i 42 chilometri caratteristici di una maratona. Il tutto per beneficenza. Sarà infatti possibile donare dei soldi alla Croce Rossa, gustandosi dal divano la ripetitiva gara del giovane tirolese

Pubblicato il - 24 marzo 2020 - 11:39

INNSBRUCK. Una maratona di beneficenza, tutta rigorosamente in giardino. L'idea è venuta ad un giovane tirolese, che annunciandolo sui social e ripreso dalle televisioni austriache ha dato avvio alla sua personale corsa di 42,195 chilometri sulle orme di Filippide, soldato ateniese che percorse la distanza tra Maratona e l'acropoli d'Atene per annunciare la vittoria sui Persiani nel 490 a.C.

 

La “Quarantine Marathon” vedrà così impegnato Simon Lerch, questo il nome del giovane, in un'impresa dalle finalità solidali – i soldi raccolti andranno alla Croce Rossa, impegnata nel fronteggiare l'emergenza sanitaria - il cui percorso, decisamente monotono, rischia di essere un po' “nauseabondo” (sono 5000 le curve a gomito che dovrà intraprendere il “nostro eroe”). Per non rompere le norme sugli spostamenti, infatti, Lerch, un professore di matematica, dovrà percorrere complessivamente 2412 giri ad 8 attorno a due alberelli nel suo giardino.

 

Il tracciato è disegnato a terra con il gesso, sullo sfondo delle figure cartonate a testimoniare la presenza di un'ideale giuria. Il tempo stimato: tra le 4 e le 5 ore. Con partenza alle 10, la maratona sarà trasmessa su youtube.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 04:01

Una seconda ondata del coronavirus che sembra aver preso la direzione di un andamento più ''standardizzato'' per la diffusione di un'epidemia che solitamente si propaga e dovrebbe avere tassi maggiori nelle zone più popolate. E infatti Trento, questa volta sta facendo registrare dei dati molto alti di contagio. In ottobre triplicati i casi di settembre: quasi 10 mila positività da inizio epidemia

29 ottobre - 20:14

Ci sono 118 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 8 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 173 positivi a fronte dell'analisi di 3.132 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

29 ottobre - 20:14

L'appello dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Bisogna cambiare la strategia di sanità pubblica, chiunque presenti una sindrome influenzale si metta in isolamento fino ai risultati dei test"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato