Contenuto sponsorizzato

Papa Francesco incontra i giocatori Nba per discutere di giustizia sociale. Kyle Korver: "Ci ha ispirati e ci ha ricordato l'importanza e l'impatto del nostro lavoro"

Marco Belinelli, Sterling Brown, Jonathan Isaac, Kyle Korver e Anthony Tolliver, accompagnati dalla direttrice esecutiva della Nbpa Michele Roberts, sono stati accolti da Sua Santità per condividere le proprie visioni sui problemi razziali che ancora oggi affliggono la società

Di Mattia Sartori - 23 novembre 2020 - 17:41

CITTÀ del VATICANO. Oggi, lunedì 23 novembre, Papa Francesco ha tenuto un’udienza particolare nelle sale del Vaticano. A ricevimento con il massimo esponente della Chiesa Cattolica si è infatti presentata una delegazione di giocatori della Nba per parlare di giustizia sociale e del movimento Black Lives Matter. Obiettivo dell’incontro era quello di approfondire il discorso sulle ingiustizie razziali, e amplificare la portata del messaggio di uguaglianza che da mesi la Nba continua a lanciare.

 

“La delegazione era composta da cinque giocatori e dalla direttrice esecutiva della Nbpa (National Basketball Players Association), ognuno dei quali è stato a suo modo attivo nella lotta contro l’ingiustizia sociale. I cinque giocatori in particolare erano Marco Belinelli, Sterling Brown, Jonathan Isaac, Kyle Korver e Anthony Tolliver.

 

Belinelli, il cui compito era anche quello di fare gli onori di casa, negli scorsi mesi si era anche mostrato attivo nei confronti del problema sociale. A giugno infatti scriveva: “Nulla giustifica che una razza si senta superiore a un’altra, non si può restare in silenzio e girarsi dall’altra parte, bisogna avere il coraggio di essere scomodi”.

 

Sterling Brown ha portato le sue esperienze personali. Il 26 gennaio 2018 era stato aggredito in prima persona dalla polizia. È stato bloccato da cinque agenti e colpito più volte con un taser solo perché la sua auto non era parcheggiata nei luoghi consentiti.

 

La presenza di Jonathan Isaacs ha suscitato curiosità, in quanto è stato uno dei giocatori che prima della partita Orlando-Brooklyn aveva scelto di non inginocchiarsi in segno di protesta. Ha dichiarato che a suo avviso inginocchiarsi non avrebbe portato a nessun cambiamento.

 

Kyle Korver è noto da tempo anche per le sue prese di posizione in difesa delle minoranze discriminate. In particolare colpisce sempre la delicatezza e l’intelligenza con cui riesce a trattare di questi temi da uomo bianco. Infatti dichiara: “Quello che ho capito è che non importa con quanta passione e impegno io provi a essere dalla parte dei discriminati. Continuo ad affrontare questo dibattito dalla prospettiva privilegiata di chi può dimenticarsene quando vuole. Da parte mia potrei rinunciare a dedicarmici in ogni momento. Ogni giorno posso compiere questa scelta e questo privilegio è basato solo ed esclusivamente sul colore della mia pelle”.

 

Infine Anthony Tolliver è una delle voci più forti all’interno della Nbpa e uno dei grandi sostenitori della responsabilità e del diritto che hanno i giocatori nel trattare temi non solo relativi allo sport. Parlando delle proteste di quest’estate ha detto: “Non siamo solo atleti professionisti e intrattenitori. Siamo prima di tutto esseri umani. Ecco perché ci vedete in piedi a urlare che tutto questo non è giusto e non dovrebbe accadere”.

 

Alla fine dell’incontro i cinque giocatori si sono dichiarati entusiasti dell’esperienza vissuta. “Siamo estremamene onorati di aver avuto l’opportunità di incontrare il Papa – ha detto Kyle Korver – La sua apertura e la sua voglia di discutere di questi argomenti ci ha ispirati e ci ha ricordato che il nostro lavoro ha un impatto globale e dobbiamo continuare a muoverci in questa direzione”. Michele Roberts, Direttrice Esecutiva della Nbpa, ha aggiunto: “Questo incontro ha validato le voci dei nostri giocatori. Il fatto che uno dei più importanti leader del mondo abbia cercato un dialogo con loro dimostra la potenza delle loro piattaforme. Io rimango sempre ispirata dal loro impegno”.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ricerca e università
27 novembre - 05:01
La centrale idroelettrica di Sant'Antonio, alle porte di Bolzano, è stata completamente ammodernata dalla società Eisackwerk, che nel 2015 si è [...]
Politica
26 novembre - 18:52
La lettera-denuncia degli attivisti dell’Assemblea Antirazzista: “I migranti che vivono a Trento sono stati messi di fronte alla scelta fra [...]
Cronaca
26 novembre - 19:07
Si è verificata una tragedia nella tragedia giovedì all'incrocio tra Corso Libertà e Corso Italia a Bolzano. L'uomo era stato chiamato in piazza [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato