Contenuto sponsorizzato

Tutti pazzi per i Maya: una cultura lontana e cruda, ma che affascina

Questa civiltà precolombiana è una di quelle che affascina moltissimo e che, non a caso, è tema e argomento per film, cartoni animati, giochi e videogiochi, allestimenti per feste e così via

Pubblicato il - 17 dicembre 2020 - 17:42

TRENTO. I Maya erano una popolazione che viveva nella penisola dello Yucatan e di essa oggi non resta più nulla se non imponenti costruzioni in pietra e reperti che si trovano in alcuni dei più importanti musei del mondo. Questa civiltà precolombiana è una di quelle che affascina moltissimo e che, non a caso, è tema e argomento per film, cartoni animati, giochi e videogiochi, allestimenti per feste e così via.

 

Le caratteristiche ed i simboli della cultura Maya. A caratterizzarla sono la grandiosità dei monumenti che ci si chiede ancora oggi come sia stato possibile realizzarli col solo lavoro umano, la raffinatezza dell’arte orafa, le conoscenze straordinarie di matematica ed astronomia, ma anche e specialmente la crudeltà della ritualità e la sorprendente e improvvisa sparizione. I prodotti derivanti da questa civiltà nascondono sempre qualche segreto che non fa che alimentare l’alone di mistero. Periodici nuovi ritrovamenti riportano l’attenzione sui Maya, ricordando a tutti che c’è ancora molto da scoprire su questa civiltà.

 

I simboli rappresentanti la civiltà maya, che ritroviamo in tutte le ambientazioni e nelle grafiche a tema, sono le steli monumentali, le sculture in pietra, le figure di terracotta, le maschere di giada, i totem, i templi: tutti elementi i cui significati sono tutt’oggi molto spesso ignoti o non del tutto chiari. Nelle grafiche dominano le costruzioni in pietra ed elementi della foresta pluviale, che fa un po’ dal palcoscenico di questa civiltà tanto semplice, umana e cruda, quanto affascinante, poetica e misteriosa.

 

Il tema maya nel mondo contemporaneo: i giochi. Alcuni dei più famosi videogiochi in voga attualmente sono proprio a tema Maya. Dopo il successo del gioco di ruolo online di Tentlan, dove bisognava immedesimarsi in un capo Maya e costruire, gestire e sviluppare una città, è finalmente arrivato il momento dell’uscita di “John Hunter and the mayan Gods”: la slot sarà presto disponibile sui casino non AAMS con licenza europea, cosicché gli amanti del gioco e della tematica potranno divertirsi in modo sicuro e tranquillo, ma senza troppi vincoli.

 

Il successo è praticamente assicurato visto che il pubblico è già molto affezionato al protagonista John Hunter, che è la quinta volta che ritroviamo nei giochi sviluppati da Pragmatic Play. L’archeologo avrà questa volta il compito di avventurarsi nelle foreste alla ricerca di templi Maya ricchi di tesori, ma anche di trappole pericolose. Nei vari livelli di gioco il player potrà vivere l’avventura insieme all’archeologo, accompagnandolo nella speranza di trovare con lui il prezioso tesoro di qualche capo Maya.

 

Come funziona John Hunter and the mayan Gods. La slot machine è del tipo 3x5 e funziona con le regole di una normalissima slot, quindi è giocabilissima senza richiedere alcuna particolare preparazione. Il classico simbolo Wild delle slot è sostituito in questo caso dal volto di un sacro totem Maya che si presenta all’utente come una maschera d’oro quasi paurosa. Essa può presentarsi, a discrezione della sorte, lungo i rulli 2, 3, 4 e quando entra a far parte di una combinazione vincente, finisce per espandersi in tutto il rullo.

Gli Scatter sono i simboli invece che portano John all’interno di un tempio Maya e attivano per il giocatore la possibilità di usufruire di giri gratis che possono aumentare di numero quando si ripresenta il simbolo della maschera dorata. In determinati casi è possibile anche che la slot diminuisca il numero di simboli, aumentando così, di conseguenza, le possibilità di vincita. Queste sono solo alcuni degli elementi di gioco di questa nuova emozionante slot, ma ce ne sono anche molti altri da scoprire.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 settembre - 20:13
Trovati 26 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 19 guarigioni. Sono 20 i pazienti in ospedale, di cui 1 ricoverato in [...]
Cronaca
16 settembre - 20:26
I dati pubblicati da Fondazione Gimbe confermano l'efficacia dei vaccini nel ridurre decessi (96,3%), ricoveri ordinari (93,4%) e in terapia [...]
Cultura
16 settembre - 20:50
Durante il periodo estivo il presidente del Centro di cultura fotografica di Trento, Adriano Frisanco, insieme alla sua équipe, ha raccolto il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato