Contenuto sponsorizzato

Un pezzo di Trento va all'asta a Firenze. Tra i lotti anche opere di Luigi Bonazza, Benvenuto Disertori, vedute della città e lettere degli Asburgo e di Maria Teresa d'Austria

Si terrà tra il 26 e il 28 maggio l'asta indetta dalla casa d'aste Gonnelli di Firenze. Tante le opere di pregio disponibili: da un'antica epigrafe del 1100 alle lettere di D'Annunzio, da uno speciale album di firme e dediche di un ristorante romano (tra cui quelle della Callas e di Sean Connery) all'edizione della Divina Commedia illustrata da Dalì

Pubblicato il - 21 maggio 2020 - 18:21

FIRENZE. Dal 26 al 28 maggio la casa d'aste Gonnelli di Firenze terrà un'asta online dedicata a libri e grafica antica e moderna. Numerose le opere di prestigio disponibili. Tra queste alcune dedicate a Trento: si tratta di alcune acqueforti a colori di Luigi Bonazza (Lotti 351 e 352), alcune grafiche di Benvenuto Disertori (Lotti 396 – 400) ed infine alcune vedute della città (Lotto 524). All'asta anche antichi documenti degli Asburgo e carte scritte dall'imperatrice Maria Teresa d'Austria.

 


 

Nelle tre giornate d'asta saranno posti all'incanto oltre 1500 lotti suddivisi in tre sessioni d’asta.

 

Una ricca sezione è dedicata ai libri a stampa, dagli incunabola fino alle stampe del secolo scorso. Tra questi, si segnala una ricca sezione di edizioni della Divina Commedia, dalla celeberrima Comedia con l’esposizione di Landino e Vellutello del 1578 fino all’edizione Valdonega con le illustrazioni di Dalì. Numerose anche le opere del Tasso e del Boccaccio, con edizioni dal 1500 al 1900. Non mancheranno, poi, i libri d'artista tra cui numerose opere con illustrazioni di Dalì – il Decameron, Tristano e Isotta Hamlet per citarne alcuni – la bellissima cartella Marino from Shakespeare, con otto acquetinte originali di Marino Marini e la cartella Portefeuille de quatre eaux fortes con quattro acqueforti di Giorgio De Chirico. 

 

 

All'asta anche un'antica epigrafe medievale relativa alla Repubblica di Venezia risalente probabilmente al X-XI secolo. E poi, ancora, un’interessante e ricercata pergamena musicale del XII secolo, insieme a carte dei Cavalieri di Malta, a documenti di antiche famiglie nobili genovesi (Grillo, Spinola, Squarciafico, ecc.) e degli Asburgo.

 

Tra gli autografi andranno all'asta anche pezzi d'eccezione come alcune lettere di D’Annunzio, carte della famiglia Medici e Malaspina, autografi di regnanti (come Luigi XIV, Maria Teresa d’Austria, Napoleone III ecc.) e importanti nomi della letteratura italiana (Moravia, Pascoli, Capuana, Croce ecc.) e un particolarissimo album di firme e dediche del ristorante romano l’Escargot (tra queste Maria Callas, Pasolini, Sean Connery, Ringo Starr, Renato Guttuso ecc.).

 

 

La sezione dedicata alla grafica moderna offre una panoramica molto nutrita e variegata di incisioni e disegni di artisti italiani e stranieri. Si segnalano, ad esempio, l’album completo Illustrations of the Book of Job di William Blake, l’acquaforte e acquatinta a colori Portrait of Michel Leiris di Francis Bacon, le ricercate acqueforti e puntesecche di Umberto Boccioni.

 

Il catalogo completo dei lotti è disponibile sul sito della casa d'aste (QUI).

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 maggio - 06:01

Sono 35 le aziende che in queste ultime tre settimane hanno scelto di sottoporre i propri dipendenti al test sierologico. Azelio De Santa: "Le aziende investono su questo strumento di indagine, ed è giusto che ricevano un riscontro efficiente da parte dell'Azienda sanitaria. Nella fase-2 e nella fase-3, infatti, l'obiettivo sarà quello di localizzare velocemente i focolai e gestirli in modo veloce e efficace. Serve chiarezza"

30 maggio - 09:20

Ieri sera il vertice di Governo. Dopo quasi tre mesi dal 3 giugno sarà possibile tornare a muoversi liberamente in tutta Italia. I dati continueranno comunque essere monitorati molto attentamente dal Governo e il ministro Boccia nelle prossime ore sentirà i vari presidenti delle regioni 

30 maggio - 08:39

Sono arrivati con 14 mezzi i vigili del fuoco da tutto il Veneto per spegnere le fiamme che hanno devastato l'azienda a Valbrenta. Sul posto anche i tecnici dell'Arpav per verificare le condizioni dell'aria vista le alte colonne di fumo e le forze dell'ordine per ricostruire quello che è successo 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato