Contenuto sponsorizzato

“Gioia verde” di Elisabeth Stolz premiato fra i migliori gelati d’Italia: l’Osteria Hubenbauer trionfa nella finale italiana del “Gelato Festival World Masters”

Con il suo “Gioia verde”, un gelato con olio di semi di zucca e semi di zucca tostati, Elisabeth Stolz ha sbaragliato la concorrenza di oltre 2.000 gelatai conquistandosi l’opportunità di rappresentare l’Italia nella finale mondiale del “Gelato Festival World Masters”

Pubblicato il - 18 ottobre 2021 - 11:22

VARNA (BZ). Il 14 ottobre al Gelato Museum Carpigiani di Anzola Emilia, in Provincia di Bologna, si è svolta la finale italiana del “Gelato Festival World Masters”, uno dei principali tornei internazionali di categoria che vede come partner Carpigiani e Sigep-Italian Exhibition Group. Alla kermesse hanno partecipato 16 finalisti selezionati in 4 anni di eventi tra oltre 2.000 gelatieri da tutta la penisola, fra loro c’era anche l’altoatesina Elisabeth Stolz, dell’Osteria Hubenbauer di Varna.

 

L’altoatesina si è conquistata l’opportunità di rappresentare l’Italia nella finale mondiale (che si terrà l’1 e il 2 dicembre a Bologna) grazie al suo “Gioia verde”. Si tratta di un gelato (base latte) con olio di semi di zucca e semi di zucca tostati. Infatti, pochi sanno che i semi di zucca sono anche chiamati “Pistacchio” della Stiria.


La giuria era composta da: Nerina Di Nunzio, esperta di marketing e comunicazione del settore Food&Beverage; Santi Palazzolo, maestro pasticcere, gelatiere e vice presidente di Ampi-Accademia Maestri Pasticceri Italiani; Alessandro Dalmasso, pasticcere e presidente del Club Italia della Coupe de Monde de la Patisserie; Matteo Berti, chef e direttore didattico di Alma–La Scuola Internazionale di Cucina Italiana.

 

Gli altri gelatieri selezionati per la finale mondiale provengono da tutta Italia, da nord a sud. Marco Venturino della gelateria I Giardini di Marzo di Varazze che, ispirandosi alla famosa canzone di Fabrizio De André, ha creato un delicato gelato al cioccolato bianco aromatizzato con acqua di rose. Fabio Forghieri della Gelateria dei Principi di Correggio che ha sfornato un profumato e prezioso gelato con vaniglia Bourbon variegato al frutto della passione con inclusioni di crumble al cacao e cannella. Francesco Sottilaro della Gelateria Boccaccio di Villa San Giovanni, che ha prodotto un intenso gelato alla mandorla con una delicata infusione di bergamotto e olio extravergine d’oliva della Piana di Gioia Tauro.

 

A questi si aggiunge Eugenio Morrone de Il Cannolo Siciliano di Roma con il gusto “Sorbetto al Mandarino Tardivo” che nel 2018 si è qualificato al primo posto nel concorso “Gelato Festival All Stars” e che ha visto riuniti i vincitori delle precedenti edizioni di Gelato Festival.

 

Il Gelato Festival ha debuttato a Firenze nel 2010 ispirandosi all’ideazione della prima ricetta di gelato per mano del poliedrico architetto Bernardo Buontalenti nel 1559. Da allora la manifestazione ha allargato i propri confini espandendosi prima nel resto d’Italia, poi in Europa e, dal 2017, anche negli Stati Uniti, con un totale di 80 Festival realizzati, prima di abbracciare tutto il pianeta col campionato mondiale dei Gelato Festival World Masters 2021.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 7 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
08 dicembre - 17:10
C'è qualcosa di schizofrenico in quanto la Pat. Un albero sano abbattuto e trasportato con i camion a Roma dovrebbe comunicare il valore [...]
Cronaca
08 dicembre - 17:20
Come previsto la neve scende copiosa sull'intero territorio provinciale. Il bollettino delle 16 del Servizio gestione strade della Provincia di [...]
Cronaca
08 dicembre - 16:15
Tra sabato e domenica Fabio Pedretti è venuto a mancare durante una gara di corsa in montagna per un malore. Sotto gli articoli pubblicati (anche [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato