Contenuto sponsorizzato

Il Papa 'vero' è quello "Emerito": Libero risponde a Petroni e ribadisce la presunta superiorità di Benedetto XVI rispetto a Francesco

Riprendendo un blog pubblicato sul Dolomiti da Riccardo Petroni, Andrea Cionci su Libero ha ribadito la sua teoria secondo la quale il 'vero' papa sarebbe Benedetto XVI e non Francesco. Mentre attendiamo la replica specifica sulla questione del nostro Petroni, ribadiamo che i fatti sono che per il mondo e per la Chiesa il Papa è uno e uno soltanto e si chiama Francesco

Pubblicato il - 25 luglio 2021 - 12:14

TRENTO. Libero risponde a Riccardo Petroni e a il Dolomiti e lo fa con Andrea Cionci che nel suo blog vuol ribadire la presunta, da una corrente ultra-ortodossa della Chiesa, superiorità di Benedetto XVI nel suo ruolo di Papa rispetto a colui che per la Chiesa e il mondo è il vero Papa, Francesco. Petroni nel suo blog portava come prova per dimostrare che è Bergoglio il ''vero'' Papa una lettera ricevuta dalla '“Segreteria di Stato del Vaticano”, firmata da Mons. Peter Wells, “Assessore” per gli “Affari Generali” per ringraziarlo del libro, da lui scritto e inviato nel 2015 proprio a Papa Ratzinger (con raccomandata riservata personale e unanimemente considerato uno dei massimi teologi esistenti) dal titolo “Yehoshua ben Yosef detto Gesù – La sua vera storia”.

 

''La lettera inizia così - scriveva nel suo blog Petroni“E’ pervenuta al Pontefice Emerito Benedetto XVI”.  Quindi, lui stesso, Joseph Ratzinger, si definisce esplicitamente “Papa Emerito”, titolo da lui stesso istituito per distinguersi dal Sommo Pontefice in carica''. Per Libero, però, non era tanto questo il passaggio su cui si sarebbe dovuto soffermare Petroni quanto sul regalo che gli aveva mandato: ''La sua medaglia papale e le sue foto in vesti da Papa regnante - scrive Cionci - per giunta firmate clamorosamente “BENEDETTO XVI P.P.” ovvero PATER PATRUM, titolo del pontefice regnante, cioè uno di quei titoli ai quali il papa presuntamente emerito non avrebbe più diritto, insieme al privilegio di portare la veste bianca, impartire la benedizione apostolica, vivere in Vaticano etc. come stigmatizzato dallo stesso cardinale Pell''.

 

Insomma per Libero quello di Petroni sarebbe ''un bell’autogol, dato che proprio l’utilizzo del titolo “P.P.” è uno dei cavalli di battaglia portati avanti  da tutti coloro che riconoscono Benedetto XVI unico papa, ai quali Petroni ha appena fornito un altro appiglio, se non da batticuore, senz’altro inedito''. E su quel riaffermarsi come ''Papa emerito'' nella lettera cosa ne pensa Libero? ''C’è da sottolineare che, paradossalmente, il Santo Padre Benedetto non è la persona giusta per fornire un parere sulla validità canonica della propria rinuncia. In via teorica - scrive Cionci -, egli potrebbe essere convinto in buona fede di aver abdicato validamente, con una rinuncia canonicamente invalida e persino viceversa. A stabilire se la rinuncia è valida o meno, dovrebbe essere piuttosto una commissione di cardinali, storici e  canonisti poiché anche l’autorità del papa è sottoposta al Diritto canonico (se non viene preventivamente da lui cambiato)''. 

 

Cionci, che in tutto il suo intervento manda stoccate e frecciatine a Petroni attaccandolo in maniera personale quando Petroni di Libero non ha nemmeno parlato, conclude così: ''Siamo ottimisti sul fatto che il dott. Petroni possa far di meglio e volentieri aspettiamo il suo prossimo tentativo.  Se ci scriverà con garbo e preparazione nel merito, saremo lieti di pubblicare il suo intervento nell’ottica di uno sforzo comune - non per “disarcionare” chicchessia, dato che non è nostro compito - ma per cercare la VERITA', qualunque essa sia, e informare i lettori. Questo, infatti, dovrebbe essere l’imperativo di tutti i giornalisti''.

 

Noi, dal canto nostro, la verità la lasciamo proprio a quelli che credono di essere riusciti ad accarezzarla e che credono nella sua assolutezza. Crediamo che compito del giornalista, ma dell'essere umano in generale, sia attenersi ai fatti e che la verità sia sempre relativa. I fatti, qui, sono che per il mondo e per la Chiesa il Papa è uno e uno soltanto e si chiama Francesco. Il resto è verità scritta tutta in maiuscolo. Attendiamo la replica specifica sulla questione del nostro Riccardo Petroni. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 September - 06:01
Il rifugio Filzi sul Finonchio ha chiuso la scorsa settimana la stagione estiva ed ora proseguirà, tempo permettendo, le aperture nei weekend. I [...]
Cronaca
28 September - 08:28
L'epicentro è nella provincia di Treviso e il sisma è stato avvertito anche nei territori vicini. Le prime due scosse sono state avvertiti [...]
Cronaca
28 September - 07:23
L'incendio si è sviluppato in un'azienda agricola di Ora, ad intervenire oltre ai vigili del fuoco del posto anche il corpo di Egna. Non ci sono [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato