Contenuto sponsorizzato

Funivia Trento-Bondone, l'Apt appoggia pubblicamente il progetto: "Parere positivo, si deve fare"

Il Consiglio d'amministrazione dell'Azienda per il turismo Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi si è espressa all'unanimità per realizzare il grande impianto di collegamento fra il capoluogo e la sua montagna

La partenza della funivia di Sardagna (foto dal gruppo Trento, com'era e com'è)
Di Luca Andreazza - 06 marzo 2017 - 13:33

TRENTO. "La funivia Trento-Bondone si dovrebbe fare". Questo il parere positivo deliberato all'unanimità dal Consiglio d'amministrazione dell'Azienda per il turismo Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi. "La decisione finale - spiega il presidente Franco Aldo Bertagnolli - spetta ovviamente a Comune e Provincia, ma abbiamo voluto dare un segnale e chiarire definitivamente la posizione del nostro ente in questa partita".

 

Un tavolo che rappresenta quasi tutte le categorie e gli attori legati a doppio filo al turismo, dalle amministrazioni nelle varie forme ai trasporti, dagli impianti di risalita agli albergatori, dalle agenzie pubblicitarie ai ristoranti, dalle agenzie di viaggio ai commercianti al dettaglio e ancora pubblici esercizi, artigianato e industria, fino ad arrivare implicitamente a Trentino sviluppo nella figura di Fulvio Rigotti: presidente e amministratore delegato di Trento Funivie e vicepresidente con deleghe proprio all'interno di Trentino sviluppo, proponente in compagnia del presidente di Apt e del consigliere comunale della mozione. "A mio parere - continua il presidente - è un’ opera srtategicamente molto importante per Trento e per il Monte Bondone e se fosse realizzata sicuramente porterebbe una ricaduta economica positiva creando un indotto importantissimo sia sulla città che sulla montagna. Credo sarebbe un volano di crescita esponenziale dell'immagine del nostro territorio e del Trentino in generale".

 

Un sogno per molti e un passo falso per altrettanti, ma il progetto del grande impianto, in auge da quasi cent'anni sulla carta, è stato rilanciato con maggiore insistenza dal consigliere Dario Maestranzi, delegato dal sindaco al Bondone. Durante l'assemblea pubblica aperta alla cittadinanza di giovedì 2 febbraio, il delegato ha spiegato che sul piatto ci sono circa 50 mila euro, già stanziati, per redigere il masterplan di sviluppo del Monte Bondone, mentre il progetto della funivia Trento-Bondone prevederebbe un finanziamento di 30 milioni di euro1,5 milioni di euro all'anno per i costi di gestione si stimano 500 mila passaggi all'anno in quanto questo grande impianto deve servire la città e la sua montagna per 365 giorni all'anno. "E' evidente - conclude Bertagnolli - che questo collegamento renderebbe Trento una vera città alpina. Rispetto al passato anche l'opinione pubblica sembra più incline a voler vedere questo impianto realizzato e l'Apt non può che appoggiare questa opera". 

 

Oggi è inoltre previsto un incontro fra Dario Maestranzi e le commissioni comunali per ambiente e attività economiche per una relazione sull'operato e il progetto della funivia.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

16 gennaio - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato