Contenuto sponsorizzato

Gianna Jessen a Trento, la donna che ha corso la maratona di Londra, senza arrendersi al tentato omicidio e alla paralisi

L'aula magna del Collegio Arcivescovile di Trento ospita questa sera alle 20.30 la testimonianza di Gianna Jessen, sopravvissuta all'iniezione salina nel 1977, che ha ispirato il film October Baby 

Gianna Jessen
Di Luca Andreazza - 02 December 2016 - 13:12

TRENTO. L'Aula Magna del Collegio Arcivescovile di Trento vedrà un'ospite d'eccezione questa sera alle 20.30: Gianna Jessen, la cui storia ha ispirato il film October baby, porterà la sua testimonianza di donna follemente innamorata della vita

 

Gianna Jessen, nata a Los Angeles nel 1977, è una testimonial mondiale dei diritti umani, in quanto sopravvissuta al tentato omicidio materno per avvelenamento salino. Il piano della giovane madre del Tennessee non andò a buon fine e il feto venne espulso ancora vivo nonostante 18 ore di esposizione alla soluzione.

 

Gravemente lesa da paralisi cerebrale e muscolare, data per spacciata, viene allevata e abbandonata in un orfanotrofio. A quattro anni arriva la svolta, Gianna Jessen viene adottata da una famiglia, che trova la forza di volerle bene e che ha tenacemente sottoposto la bambina a sedute di fisioterapia e riabilitazione.

 

Contro ogni aspettativa, Gianna Jessen supera le difficoltà motorie indotte dalla paralisi, inizia a camminare senza tutore, seppure con notevoli difficoltà e nel 2006 prende parte alla maratona di Londra, per dare un segno di speranza forte e indelebile.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
02 dicembre - 15:39
Il Trentino fa sul serio e con un progetto che vede come capofila la Dolomitigrow di Mezzolombardo (ma coinvolge anche la Fondazione Mach, Unitn e [...]
Cronaca
02 dicembre - 16:49
Il lampione sarebbe caduto improvvisamente, mentre l'uomo stava passando vicino al palo. Sul posto oltre ai soccorsi, anche le forze dell'ordine e [...]
Montagna
02 dicembre - 11:44
E' stato necessario un intenso lavoro dei tecnici per cercare di aprire, almeno parzialmente, l'area sciabile sul Monte Bondone. Dopo il weekend [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato