Contenuto sponsorizzato

Iniziato il restyling del ponte sul Rio Maggiore tra Levico e Vetriolo

La conclusione dei lavori dovrebbe avvenire entro il 17 aprile 2018. Il progetto prevede la demolizione integrale e la ricostruzione del manufatto al chilometro 3,130 della strada provinciale 11. L'assessore Mauro Gilmozzi: "Intervento importante nell'ottica della manutenzione del territorio e della sicurezza della comunità"

Pubblicato il - 21 agosto 2017 - 17:08

LEVICO. E' iniziato oggi il rifacimento del ponte sul Rio Maggiore che collega Levico Terme a Vetriolo. Il progetto prevede la demolizione integrale e la ricostruzione del manufatto al chilometro 3,130 della strada provinciale 11.

 

I lavori dovrebbero concludersi entro il 17 aprile 2018 e per assicurare il transito sulla strada provinciale per tutta la durata dell'intervento di demolizione e ricostruzione del manufatto, verrà realizzata una viabilità provvisoria, subito a monte del ponte. 

 

La continuità idraulica del Rio Maggiore sarà assicurata prevedendo una struttura ad arco portante. "E’ un intervento importante – sottolinea l’assessore provinciale alle infrastrutture Mauro Gilmozzi – che evidenzia l’investimento che si sta facendo per le reti viarie, nell’ottica della manutenzione continua del territorio e del mantenimento della sua fruibilità, in sicurezza, da parte della comunità".


La descrizione dell’opera e principali dati tecnico-amministrativi
Il nuovo ponte, realizzato in curva con un raggio in asse strada di circa 27,50 metri, presenta la seguente conformazione geometrica :
- luce netta (assi appoggi) pari a 10,30 metri;
- sede stradale della larghezza di 7,00 metri con pendenza longitudinale verso Levico di 13 centimetri e pendenza trasversale verso valle di 20 centimetri;
- marciapiede, lato monte, di larghezza 1,50 metri;
- cordoli laterali della larghezza variabile da 30 a 65 centimetri ed altezza variabile da 25 a 30 centimetri, necessari per il sostentamento della barriera di sicurezza e dei parapetti.

Progettista: ing. Renzo Marchiori
Direttore dei Lavori: ing. Matteo Pravda
Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione: ing. Marco Simonato
Impresa Appaltatrice: Costruzioni Casarotto S.r.l. di Castel Ivano (TN)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 febbraio - 05:01

Secondo alcune stime, procedendo con questo ritmo, il Trentino completerà la campagna vaccinale dopo l’estate del 2023. Il ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Padova: “L’impressione è che alcuni territori abbiano già raggiunto il limite giornaliero di dosi che riescono a somministrare”. Intanto dai portali nazionali le somministrazioni di AstraZeneca sarebbero ferme, in Trentino, ma non è così: ecco perché  

24 febbraio - 20:31

Sono 205 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i territori che presentano almeno un nuovo caso di positività

24 febbraio - 21:20
Un appello anche alla Provincia da Anna Conigliaro Michelini. "La legge prevede la sospensione condizionale della pena sia subordinata alla partecipazione di percorsi specifici". Un'azione che, però, ha subito una battuta d'arresto. "Nell’ultimo anno la richiesta è aumentata esponenzialmente, ma paradossalmente la Provincia ha ritenuto di sospenderlo. Sento l’obbligo di dire al presidente Fugatti e all’assessora Segnana che, nelle circostanze che viviamo, ogni ritardo è colpevole e mette a rischio la vita di altre donne"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato