Contenuto sponsorizzato

Mori, i lavoratori in mobilità presidiano le scuole

La Giunta comunale ha approvato la delibera che prevede lo stanziamento di circa 10.000 euro. Il servizio partirà da giovedì 1 dicembre 2016 e si concluderà venerdì 30 giugno 2017. Due persone si divideranno fra vigilianza e cantiere. L'Agenzia del lavoro segnalerà i candidati

 

Pubblicato il - 31 ottobre 2016 - 17:49

MORI. La Giunta di Mori ha varato una delibera di 10.025,40 euro per occupare i lavoratori in mobilità o in cassa integrazione straordinaria. Il Comune garantirà così la vigilanza davanti alle scuole elementari e medie, negli orari di entrata e uscita degli alunni, mentre i candidati saranno segnalati dall'Agenzia del Lavoro.

 

Il periodo di svolgimento del progetto sarà da giovedì 1 dicembre 2016 a venerdì 30 giugno 2017 e le due persone impiegate in questa attività, in sostituzione della polizia locale, saranno presenti davanti alle scuole elementari nelle fasce orarie 7.40 - 8.10, 11-50 - 12.10, 15.45 - 16.10, mentre davanti alle medie nelle ore 7.40 - 8.10, 12.35 - 12.55, 15.45 - 16.10.

 

L'amministrazione, che si riserverà il diritto di prorogare questo provvedimento dopo la sua scadenza, può destinare parte delle ore di servizio al cantiere comunale, secondo le esigenze che si manifesteranno di volta in volta.

 

   

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 settembre - 11:37

Sono 21 i primi cittadini che possono già festeggiare l'elezione, mentre il successivo spoglio a partire da martedì 22 settembre va a comporre il nuovo consiglio comunale. In totale sono 56 i territori che presentano un solo candidato sindaco

21 settembre - 13:27

Seguendo le indicazioni dell’Azienda sanitaria, solo alcuni studenti della classe coinvolta sono stati messi in quarantena, mentre gli altri proseguiranno le lezioni in presenza già dai prossimi giorni. Alle Pascoli di Bolzano (come alla Max Valier) invece è saltata la classe in attesa delle veirfiche

21 settembre - 13:08

La denuncia è stata fatta ieri sera e fino ad ora non si hanno più notizie del 20enne residente a Belluno. Ieri mattina ha lasciato casa lasciando un biglietto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato