Contenuto sponsorizzato

Primo settembre 2017. Il Dolomiti compie un anno e vi ringrazia tutti, almeno 23mila volte

Dalla notte di panico di un anno fa alle inchieste e gli approfondimenti ripresi da alcune grandi testate nazionali. Dal grazie a finanziatori, blogger e collaboratori al grazie a voi che commentate, ci scrivete, ci mandate le foto, ci aiutate a fare il giornale giorno per giorno. Per arrivare a chi ci ha citato (in giudizio): "La senti questa voce? C'ho 33 anni come facevo ad essere del vecchio partito comunista?" 

Di Luca Pianesi - 01 settembre 2017 - 06:47

TRENTO. Ci siamo. Esattamente un anno fa passavamo una delle notti più agitate e convulse delle nostre vite: sito, online a mezzanotte e primi contenuti caricati. Poi... server che non funziona, a mezzanotte e mezza siamo offline, panico, agitazione, il nostro tecnico si mette al lavoro. Ci sposta su un server di sicurezza ma il procedimento è macchinoso. Alle 4 del mattino siamo ancora in attesa. Occhiaie sempre più scavate, facce stanche, l'uno che ripete all'altro "pazienza", "succede sempre così", "è un grande classico" ma la paura della figura di c...a c'era, inutile negarlo, come in qualsiasi "prima" davanti a un grande pubblico.

 

Il sito non riusciva ad andare online e noi sapevamo che già tanti di voi aspettavano di vedere l'edizione zero de il Dolomiti (il giorno del lancio, infatti, erano già più di mille gli amici sulla pagina Facebook). Ore ad aspettare ma alla fine tutto è andato come doveva andare. All'alba del primo settembre il giornale era visibile a tutti. In apertura di sito la "Storia dell'uomo che sparò all'attentatore di Hitler e che è seppellito in Trentino" e a fine giornata la gioia assoluta di aver avuto 4.000 utenti unici per 12.000 pagine visualizzate. Numeri grandiosi che nel tempo si sono ulteriormente rafforzati. Oggi, grazie a voi, viaggiamo a cifre quadruple, sul sito, e siamo arrivati a 23.000 amici su Facebook (roba di quasi 2.000 nuovi amici al mese).

 

Alcune delle nostre inchieste e approfondimenti sono state citate da tantissimi grandi giornali nazionali: dal Fatto Quotidiano (con Trento, al concorso solo 3 su 17 superano lo scritto: “Hanno tutti firmato lavori con la presidente della commissione d’esame”​ o Università, una studentessa hacker a processo: “Entrava nel sito della facoltà per alzarsi il voto”) a il Giornale (Ecco il sindaco "anti-Sala: "No alla cerimonia Anpi" Trento, la protesta dei migranti: "Vogliamo avere una casa") passando per La Stampa (“Il nostro amore e il parto in Canada. Siamo sempre stati una famiglia”) e tanti altri (compresi l'Associated Press a livello internazionale per l'incidente del pullman della Repubblica Ceca in Alta Val di Non). 

 

Nel caso del terribile omicidio delle Albere siamo stati i primi a darne notizia e i primi ad uscirne prestando fede alla nostra linea editoriale per quanto riguarda la cronaca nera: siamo nati per cercare di dare per primi la notizia, nella maniera più accurata e dettagliata possibile, salvo poi evitare di scavare nel torbido, nel dramma del giorno dopo, nell'approfondimento morboso ed esasperato.

 

Per quanto riguarda la cronaca e la politica non ci siamo mai tirati indietro. Video, approfondimenti, immagini sul campo. Dagli scontri in Piazza Dante alle liti di Palazzo la costante è sempre stata una sola: le critiche da amici di destra perché eravamo troppo di sinistra e le critiche da amici di sinistra perché eravamo troppo di destra spesso per la stessa notizia. Quindi avanti così. E dalle critiche stiamo imparando tantissimo. I commenti spesso aiutano a riflettere e in più di un'occasione c'hanno permesso di correggere scivoloni grammaticali oltre che ad aggiustare il tiro della notizia. In fondo siamo in quattro a tirare la carretta più una fantastica rete di blogger (grazie) e una serie di "grandi firme" da Nereo Pederzolli a Carmine Ragozzino, da Sergio Ferrari a Daniele Loss da Carlo Martinelli a Tiberio Chiari e Elena Castellani che ci stanno dando una grandissima mano.

 

E un grazie va agli imprenditori che hanno creduto nel nostro progetto investendo del loro e permettendo a noi di lavorare con serenità e a voi di fruire gratuitamente di ogni cosa. Poi ci sono gli studenti che in questo anno hanno fatto l'alternanza scuola lavoro con noi e ci hanno aiutato a crescere mostrandoci la loro visione più giovane e fresca: i ragazzi del Prati, del Carneri, del Rosmini, del Sophie Scholl e quelli che hanno fatto lo stage universitario. Insomma, manca la lacrimuccia ma quasi ci siamo. Anche perché il vero grazie va a tutti voi che ogni giorno ci rinnovate la vostra fiducia leggendoci, condividendo i nostri articoli, commentando, facendoci i complimenti e criticandoci.

 

Ah, dulcis in fundo: siamo stati citati anche da un altro giornale online, qui in Trentino, citati in giudizio però. Alcuni di voi lo sapranno già, ad altri la notizia la diamo noi. La Voce del Trentino ci ha querelati per diffamazione a mezzo stampa. Dopo che abbiamo dovuto smentire alcune clamorose fake news che avevano pubblicato abbiamo riportato che ricevono, come altri giornali, radio e tv, anche i contributi pubblici della Provincia: 13.600 euro. Non abbiamo ben capito cosa ci sia di diffamatorio anche perché l'articolo, con il quale abbiamo appreso della denuncia (fatta da loro stessi), non lo dice.

 

Quel che dice, invece, è altro. Nell'articolo del suo giornale l'editore Roberto Conci viene virgolettato dal suo giornalista con questa frase riferita a chi vi scrive (Luca Pianesi il direttore de il Dolomiti) "non vorrei infatti che alla fine l'unico giornale schierato fosse il suo e visto i suoi precedenti nel vecchio partito comunista non c'è certo da starsene allegri". Ebbene il sottoscritto è nato nel 1984 e a ottobre compirà 33 anni. Quello che dovrebbe aver avuto "precedenti nel vecchio partito comunista" aveva 5 anni quando è caduto il muro di Berlino e 7 quando venne sciolto il vecchio partito comunista. Questo per dire che la battaglia contro la disinformazione e le fake news continua a 360 gradi. In quest'epoca di false notizie, bufale, esagerazioni, post virali, riteniamo sia doveroso per un organo di informazione cercare di fare buona informazione, in maniera onesta e corretta, verificando le fonti e scavando il più possibile (poi l'errore ci può stare e capiterà anche a noi, sicuramente, ma è il come lo si compie che fa la differenza).

 

Noi tutti a il Dolomiti siamo convinti che quella contro le fake news sia una battaglia che gli organi di stampa ufficiale devono prendersi carico di combattere. Comporta fatica e rischi. Ma è giusto che i giornalisti perdano tempo ed energie a smentire quelle falsità clamorose che rischiano di fomentare odio e creare allarme sociale, che sono fatte per destabilizzare e si trasformano in controinformazione. Per cui avanti tutta. E aspettatevi sorprese. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 novembre - 05:01

E' un po' presto per tirare le conclusioni. Il percorso verso dicembre è lungo e ci sono audizioni, emendamenti e votazioni in mezzo. Ma la manovra sembra piccola, molto piccola, rispetto alle possibilità e alle capacità del Trentino. Tante scelte e decisioni potrebbero essere rimandate al prossimo assestamento di bilancio

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

19 novembre - 20:12

I contesti più critici sono rappresentati dalle frane verificatesi nel fondo valle e dalle valanghe in alta quota, la Pat: “Monitoriamo la situazione”. Rimane chiusa la strada statale 240, che collega Riva del Garda con Torbole, per la possibilità che altri massi si stacchino dal Monte Brione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato