Contenuto sponsorizzato

Sicurezza, nel 2016 reati e furti in calo, il questore: "Non minimizziamo, ma situazione rassicurante"

I reati in Provincia sono calati del -20,69% passando da 19.058 casi nel 2015 a 15.114 nel 2016. A Trento sono avvenuti 3.370 furti (-10%). In aumento le denunce. La polizia stradale ha ritirato 368 patenti di guida

La conferenza stampa del questore di Trento Massimo D'Ambrosio
Di Luca Andreazza - 30 dicembre 2016 - 19:02

TRENTO. "Un dato netto, chiaro e incontrovertibile. I reati in Provincia sono in calo del -20,69%. Non cerchiamo di minimizzare la situazione, soprattutto in tema microcriminalità, ma vogliamo fornire un'immagine rassicurante. Non ci illudiamo di risolvere definitivamente i problemi, ma cerchiamo di ottenere il massimo risultato possibile in grande sinergia e collaborazione con tutte le forze dell'ordine. Operiamo nell'ambiente ideale", queste le parole del questore Massimo D'Ambrosio, che traccia un bilancio dell'anno in fase di conclusione.

 

"Un anno molto positivo - spiega - per tutti i reparti, dove Digos e squadra mobile hanno competenza regionale. Un'attività intensa e continuata che ha portato rapidamente alla conclusione le indagini sull'omicidio di Cappelletti e altre diverse importanti operazioni per fermare la criminalità".

 

I reati sono scesi del 21% in Provincia passando da 19.058 casi nel 2015 a 15.114 se si analizza il 2016. "A fronte di questo buon risultato - continua - sono in aumento le denunce in linea generale, sintomo che la cittadinanza si fida e quindi coinvolge e contatta le forze dell'ordine, anche se sfuggono altri casi, nei quali la popolazione non ritiene di dover denunciare un fatto alle autorità".

 

Fari puntati inoltre sui furti e "anche in questo caso - prosegue D'Ambrosio - si vedono ottimi risultati grazie all'intensa attività di prevenzione e soppressione. Nel 2015 abbiamo aperto 9.719 fascicoli, mentre nel 2016 ci siamo fermati a 8.026 in tutto il territorio provinciale. Un dato positivo che registra un -27%".

 

I dati dipingono un quadro migliore anche a Trento, dove si è passati da 3.718 furti nel 2015 a 3.370 casi nel 2016. "Questo fenomeno certamente persiste - commenta - ma è in calo del -10%. Anche se qualcuno non lo riconosce oppure non vuole accorgersene, è innegabile l'importante attività delle forze dell'ordine e della squadra mobile. Discorso analogo per tutte le operazioni, compresa la microcriminalità". Truffe in calo del -6%, mentre è controtendenza il 'furto improprio' che si attesta al +10%.

 

La Polizia ha intensificato il controllo del territorio e mantiene alta l'attenzione sulla microcriminalità: "L'obiettivo - spiega il questore - è colpire la rete e tutti i canali, non soltanto fermare le persone. L'aspetto della microcriminalità come può essere lo spaccio di sostanze stupefacenti, non crea soltanto fastidio, ma è un attività criminosa complessa e se esiste l'offerta, evidentemente siamo in presenza anche della domanda. Abbiamo portato a compimento diverse operazioni nell'arco dell'anno, ponendo fine a diverse situazioni".

 

Un'attività sul campo che si concretizza anche nel mantenimento dell'ordine pubblico in occasione degli eventi cittadini, come in occasione dei Mercatini oppure del Festival dell'Economia oppure a regolari controlli: nel corso di quest'anno 3.600 pattuglie della polizia stradale hanno identificato 30 mila persone e 32 mila vetture (+18%). Sono state ritirate 368 patenti di guida e 135 carte di circolazione.

 

Gli ammonimenti per violenza domestica e stalking sono stati rispettivamente 155 e 48: "Un lavoro portato avanti di concerto con la Provincia e le associazioni del settore - sottolinea il questore -. Le risposte e l'attenzione della Polizia non mancano e l'intenzione è proseguire nel solco tracciato".

 

Cresce anche il volume di lavoro negli uffici. Le pratiche della Polizia scientifica sono passate da 1.500 a 2.800, mentre la Polizia amministrativa ha rilasciato 10.402 passaporti contro i 7.300 del 2015. I fogli di accompagnamento dei minori sono 5.080 (4.000 nel 2015). Gli uffici immigrazione hanno visto 283 ricongiungimenti di minori e 1.234 richieste di asilo: "Sono state aperte 905 pratiche di protezione internazionale - i dati snocciolati dal questore - 37 sono state accolte, 55 in forma sussidiaria, 91 richieste umanitarie e 283 sono state rifiutate. 105 infine le espulsioni".
 

Il 2016 ha visto inoltre il ritiro di 16 su 1.000 licenze per attività venatoria e per 41 cacciatori è stato invece disposto il divieto di detenzione armi. La polizia postale ricevuto 503 denunce e ritirato un enorme quantitativo di gigabyte di materiale.

 

Il questore ha poi concluso con l'auspicio di "creare una cittadella della polizia unendo nello stesso stabile Polizia stradale, postale e mensa".

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 January - 05:01

In una conferenza stampa a senso unico, come al solito, dove è impossibile interloquire e quindi riuscire a capire davvero qualcosa i due vertici dell'Apss hanno provato a spiegare la situazione alla luce dei dati completi mostrati da il Dolomiti in questo grafico dell'Apss. Tra le motivazioni dei troppi decessi il fatto che la popolazione trentina è particolarmente anziana. In valore assoluto, però, l'Alto Adige lo è ancora di più (il 15,6% della popolazione rispetto al 14,1% del Trentino di over 65) quindi quei 350 decessi in più non si spiegano

27 January - 20:46

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi comunicati 2 decessi. Sono 20 i Comuni con almeno 1 nuova positività

27 January - 21:02

Il deputato della Lega ha incassato l'interessamento dell'associazione Millions of friend in Romania a valutare la possibilità di ospitare un orso attualmente rinchiuso al Casteller. Maturi: "Ora bisognerà comprendere le eventuali incombenze burocratiche e perfezionare eventuali accordi, ma possiamo serenamente affermare che da oggi c'è un cambio di passo"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato