Contenuto sponsorizzato

Il signore degli anelli Jury Chechi sull’Altopiano della Paganella per il camp di calisthenics

A breve Chechi e il suo staff ritorneranno sull'altopiano della Paganella per il camp di ginnastica per i ragazzi dagli 8 ai 14 anni che si svolgerà sempre nella palestra di Fai dal 12 al 19 luglio, mentre dal 3 al 6 settembre si dedicherà nuovamente agli adulti

Pubblicato il - 29 giugno 2020 - 13:09

PAGANELLA. Si è appena concluso il camp di Calisthenics, organizzato nella palestra di Fai della Paganella, da Jury Chechi e la sua Gym Academy.

 

Si parla di una tipologia di allenamento in grado di costruire un fisico muscoloso, agile e funzionale esclusivamente attraverso l’allenamento a corpo libero. Il metodo è legato alla ginnastica artistica, con cui condivide alcuni esercizi e soprattutto l’attenzione alla corretta esecuzione dei movimenti.

Erano circa una ventina gli atleti iscritti provenienti da tutta l’Italia, che hanno apprezzato l’ottima organizzazione del camp, la costante presenza di Jury Chechi, nonché la location di una bellezza unica. L’esibizione finale si è svolta nella tarda mattinata di domenica 28 giugno sulla piattaforma galleggiante del lago di Molveno, mentre tutti i bagnanti osservavano dalla riva con ammirazione le varie esibizioni.

 

La sorpresa finale è stata un’emozione unica. Il signore degli anelli ha regalato una croce perfetta presentandosi in ottima forma. A breve Chechi e il suo staff ritorneranno sull'altopiano della Paganella per il camp di ginnastica per i ragazzi dagli 8 ai 14 anni che si svolgerà sempre nella palestra di Fai dal 12 al 19 luglio, mentre dal 3 al 6 settembre si dedicherà nuovamente agli adulti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 11 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 luglio - 10:26

Negli ultimi cinque giorni sono state ben 19 le persone trovate positive al test del coronavirus, numeri che costringono Bolzano a non abbassare la guardia. Nelle varie strutture ospedaliere altoatesine sono ricoverate 7 persone

12 luglio - 05:01

A livello giuridico ciò che si va ad impedire è l'azione ma non certo il pensiero fine a sé stesso. L'avvocato Nicola Canestrini: "E' sconfortante la stessa necessità che sia necessario che esistano sanzioni per punire il razzismo. Uno stato democratico dovrebbe avere nel suo Dna l'idea che il razzismo è una abominio che non merita nemmeno di essere pensata da persone civili"

11 luglio - 13:02

Le due sono state fermate dopo essere uscite dall'abitazione dell'anziana e messe agli arresti domiciliari 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato