Contenuto sponsorizzato

Piste aperte due sere a settimana per gli appassionati di sci alpinismo. Madonna di Campiglio "si apre" alle "pelli"

L'azienda per il turismo di Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena aprirà per due sere a settimana un proprio tracciato adatto per gli appassionati dello sci alpinismo (dislivello di 620 metri e 6 chilometri e mezzo di lunghezza). Il presidente Serafini: "Nuova opportunità per gli appassionati nella logica di garantire nuove occasioni per la pratica di questo sport e, nello stesso tempo, la massima sicurezza possibile e il rispetto delle normative"

Pubblicato il - 05 febbraio 2020 - 17:07

MADONNA DI CAMPIGLIO. Per il secondo inverno consecutivo, le piste di Madonna di Campiglio si mostrano “friendly” nei confronti del mondo scialpinistico. Per tutti i lunedì e i giovedì dalle 18 alle 21, l'Azienda per il turismo della nota località di montagna offrirà gli spazi di un tracciato dedicato per tutti i praticanti dello sport, in sicurezza e nel rispetto della disciplina dell'utilizzo delle piste da sci.

 

Il percorso, chiamato “Skialp track by night”, si trova a Campiglio in località Fortini (in fondo al parcheggio della telecabina Grostè), per finire al rifugio Graffer dopo essere passati dal rifugio Boch. Con un dislivello di 620 metri, una lunghezza di 6 chilometri e 550 metri, potrà essere percorso in 2 ore. Il tutto secondo il rispetto delle apposite segnaletiche e all'interno dei percorsi di risalita e discesa autorizzati.

 

Gli appassionati di sci alpinismo potranno così seguire le piste Poza Vecia, Graffer/Variante Boch fino ai piedi del muro al bivio delle piste, posto sotto la stazione intermedia della cabinovia Grostè, per poi proseguire sul tracciato della strada forestale che porta al rifugio Graffer. Nelle tre ore a disposizione, il percorso individuato sarà totalmente libero da qualsiasi mezzo e dedicato esclusivamente agli sciatori con le pelli.

 

Allo scoccare delle 21.30 bisognerà essere rientrati a valle, visto che riprenderà la propria attività il servizio di battitura delle piste. Entrambi i rifugi, d'altro canto, saranno aperti e a disposizione degli escursionisti serali.

 

L'iniziativa, promossa dall'Azienda per il turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena in collaborazione con Funivie Madonna di Campiglio, ha debuttato lo scorso 6 gennaio e proseguirà fino al giorno 9 aprile. “Con questa proposta – ha commentato il presidente dell'Apt Tullio Serafini – prosegue l'attenzione della destinazione nei confronti dello sci alpinismo, uno tra gli sport outdoor invernali più seguiti e sempre più apprezzato non solo dagli 'addetti ai lavori' e dagli atleti, ma anche dagli ospiti che frequentano la nostra località da molto tempo”.

 

“Si tratta di una nuova opportunità – ha concluso – per gli appassionati 'delle pelli' nella logica di garantire nuove occasioni per la pratica di questo sport e, nello stesso tempo, la massima sicurezza possibile e il rispetto delle normative”.

 

Questa iniziativa va ad arricchire un programma già ampiamente caratterizzato dallo sci alpinismo. In calendario, infatti, appassionati e agonisti avranno modo di “sbizzarrirsi”. Dopo la “Tulot vertical up”, tenuta il 18 gennaio scorso a Pinzolo-Doss del Sabion, domenica 8 marzo si terrà la 16ª edizione della gara Fisi di sci alpinismo “Ski Alp Val Rendena-21º Memorial Massimo Nella” e in contemporanea l' “Eroica ski alp Val Rendena”, raduno di sci alpinismo con abiti d'epoca aperto a tutti. A conclusione della stagione, dal 2 al 5 aprile, si terranno le finali Ismf della Coppa del Mondo di sci alpinismo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 ottobre - 20:05

Ci sono 44 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 79 positivi a fronte dell'analisi di 1.521 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 5,2%

19 ottobre - 19:53

Mentre ci sono oltre 170 lavoratori che scioperano e lottano per i loro diritti, in consiglio provinciale l'assessore competente ha fatto il punto sulla loro situazione spiegando: ''E’ chiaro che non è intenzione della Pat assecondare decisioni che impattano negativamente sulle condizioni di benessere dei lavoratori, che sono i nostri lavoratori trentini, ma non possiamo però ignorare le istanze che vengono dal tessuto produttivo''. Per il segretario della Cgil ''Fugatti abbandona i lavoratori al proprio destino''

19 ottobre - 17:44

Sono stati analizzati 1.521 tamponi, 79 i test positivi nelle ultime 24 ore. Il rapporto contagi/tamponi si attesa a 5,2%. Ci sono 6 classi in più in isolamento a causa dell'epidemia Covid-19

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato