Contenuto sponsorizzato

La squadra femminile di atletica leggera del Gs Valsugana è la settima migliore in Italia. Andreatta: “Dopo le Olimpiadi un’impennata di iscrizioni”

Il Gs dilettantistico Valsugana Trentino è nato nel 1976, e da quel momento non ha mai smesso di 'correre'. "Siamo felici perché pensiamo di poter offrire ai giovani una realtà in cui stare insieme mettendo da parte i telefonini, crescendo in un contesto sano e, soprattutto, divertendosi"

Di Lucia Brunello - 22 settembre 2021 - 18:11

PERGINE VALSUGANA. Dalla corsa ai lanci, dal salto alla marcia. Questa è l’atletica leggera, un insieme di discipline sportive capaci di sviluppare velocità e coordinazione e di apportare numerosi benefici al corpo.

 

E se praticata fin a giovani, in un contesto amichevole e unito, i benefici saranno molti di più. Questo è il caso del Gs dilettantistico Valsugana Trentino, una realtà nata a Pergine Valsugana nel 1976, e che da quel momento non ha mai smesso di ‘correre’.

 

Prova di questo, il grande successo raggiunto lo scorso weekend, 18 e 19 settembre, a Caorle dove la squadra femminile del Gs valsuganotto si è piazzata al settimo posto a livello italiano. A partecipare erano le 12 squadre migliori d’Italia, che si sono sfidate su tutte le specialità dell’atletica leggera.


Un traguardo che conferma il lavoro svolto da questa realtà. “Contiamo circa 300 tesserati – spiega il presidente del gruppo sportivo, Mauro Andreatta – e siamo davvero soddisfatti del lavoro che siamo facendo”.

 

E quest’anno, visto anche l’enorme successo dell’Italia alle Olimpiadi di Tokyo, il numero di giovani che si è interessato a questo sport è aumentato esponenzialmente. “E’ da inizio anno che abbiamo notato un sensibile incremento di ragazzi che desiderano venire a fare sport con noi, ma da quando ci sono stati dei giochi olimpici abbiamo visto un’impennata di richieste di iscrizione”.


In questo periodo il Gruppo sportivo si vede costretto a spostarsi tra Calceranica e Trento, in quanto a Pergine sono in corso i lavori di rifacimento della pista d’atletica. “Saranno conclusi entro fine ottobre", spiega. "Ora siamo un po’ scomodi, ma il progetto è partito da una nostra iniziativa perché la pista era ormai troppo vecchia. Siamo certi verrà fuori un ottimo lavoro”.

 

E continua: “Siamo felici perché pensiamo di poter offrire ai giovani una realtà in cui stare insieme mettendo da parte i telefonini e crescendo in un contesto sano e, soprattutto, divertendosi”.

 

Il Gs dilettantistico Valsugana Trentino non pensa però solo ai giovani, i corsi infatti dedicati anche agli adulti sono numerosi. “Abbiamo tesserati che vanno dai 6 agli 85 anni, e questa è una ricchezza grandissima per noi”.


In tutto questo, però, vi è anche da evidenziare come non sempre per gruppi dilettantistici sia facile trovare sponsor. Anche se questi funzionano bene con ogni ingranaggio ben oliato. “Con il Coronavirus tutto è diventato più complesso. Rimaniamo però fiduciosi e speriamo che il nostro lavoro, insieme al ruolo sociale che ricopriamo, venga riconosciuto anche dalle grandi aziende”.


Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 ottobre - 20:21
E' la seconda tragedia di oggi sulle montagne trentine. L'incidente è avvenuto in val Daone. La 26enne stava praticando bouldering con alcuni [...]
Cronaca
24 ottobre - 01:01
Trovati 45 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 35 guarigioni. Sono 6 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in terapia [...]
Cronaca
23 ottobre - 21:14
L'allerta è scattata a Rovereto. Nonostante la brusca frenata e le manovre per evitare la collisione, l'impatto è stato inevitabile. Una 14enne [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato