Contenuto sponsorizzato

All'Eroica anche tre profughi trentini, in bici contro l'intolleranza

C'erano anche i richiedenti protezione internazionale trentini tra i cinquemila che hanno preso parte all'Eroica la mitica gara in bici che si è svolta domenica nel Chianti

Pubblicato il - 03 ottobre 2016 - 09:55

TRENTO. Solidarietà ed integrazione in sella ad una bici. Una squadra di trentini e profughi hanno partecipato ieri nel Chianti alla famosa Eroica, uno dei più importanti eventi internazionali di ciclismo vintage, fra cinquemila partecipanti provenienti da ogni angolo del mondo.

 

Ben più di un semplice momento di sport e divertimento perché la bicicletta per 75 chilometri non è stata solo un mezzo di trasporto, ma il paradigma di un futuro desiderabile, del quale benessere, sostenibilità ambientale, libertà di movimento sono stati i principali fattori.

 

Anche i richiedenti protezione trentini all'Eroica

Un momento speciale al quale hanno preso parte, come già detto, alcuni richiedenti asilo trentini dopo aver partecipato a “BAR- Bicycles Against Racism”, l’iniziativa lanciata dal Comitato del Trentino dell’Uisp (Unione italiana sport per tutti), realizzata e promossa dal Dipartimento Salute e Solidarietà Sociale della Provincia Autonoma di Trento, Cinformi, Atas onlus e la Cooperativa sociale Kaleidoscopio, che negli ultimi mesi ha visto la realizzazione di un percorso di escursioni in bicicletta per favorire l’incontro tra cittadini trentini e richiedenti asilo.

 

Tre dei cinque posti che il Comitato del Trentino della Uisp è riuscito ad aggiudicarsi all'Eroica sono stati destinati ai profughi trentini che per l'occasione sono saliti in sella a biciclette “eroiche”, restaurate dall’Officina Richiedenti Asilo di Trento. Il tutto, ovviamente, indossando rigorosamente abbigliamento sportivo d’epoca.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 March - 11:59

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie ha confermato la zona “rosso scuro” per Trentino e Alto Adige ma fa il suo ingresso anche l’Emilia-Romagna. In questi territori l’incidenza, calcolata su due settimane, supera i 500 casi ogni 100.000 abitanti

04 March - 13:15

Dalle ore 24 di giovedì 4 marzo fino al 14 marzo, tutta la Lombardia sarà in zona "arancione rinforzato". La giunta ha infatti deciso di eliminare ogni differenza tra le aree, così da preservare quelle province meno interessate dai contagi. Il presidente Attilio Fontana: "Tutte le scuole di ogni ordine e grado, eccetto i primi servizi all'infanzia, dovranno sospendere l'attività in presenza"

04 March - 12:55

L’azienda SynapsEES, all’interno di Progetto Manifattura a Rovereto, ha elaborato un innovativo sistema di sanificazione dell’aria per prevenire la diffusione del Covid 19 negli ambienti chiusi e molto frequentati come scuole, teatri, uffici e ospedali. Il fondatore: “L’aria contaminata è uno dei principali veicoli di trasmissione del virus, per prevenire il contagio è molto importante immettere aria sana negli ambienti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato