Edizione ore 19.30 del 20 agosto 2019
20/08/2019 - 22:08

Il presidente del consiglio si dimette, adesso la palla passa al presidente Mattarella che cercherà una nuova maggioranza. Nel frattempo arrivano le prime reazioni in Trentino. Il presidente dell'Ordine dei medici, Marco Ioppi, interviene sul punto nascita di Cavalese: "I professionisti scappano perché non riescono a crescere: la casistica è fondamentale per gestire le situazioni e le criticità. Si rischia di danneggiare ortopedia, un'eccellenza”. Continua il viaggio di M49-Papillon lungo il confine fra le due province autonome. Per il ministro Costa la presenza del plantigrado in Alto Adige è una buona notizia, ma avverte Kompatscher: “Bolzano non metta a rischio la sua vita”. Troppe presenze e i consumi aumentano, la frazione di San Giovanni al Monte di Arco rischia di rimanere senz’acqua. Tra Torbole e Arco in azione la banda delle Bmw. Nelle ultime ore due auto ripulite con tanto di furto del volante e degli accessori interni. Indagano le forze dell'ordine. Le notizie de Il Dolomiti di martedì 20 agosto lette da Nereo Pederzolli con CAF ACLI (Trento)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 05:28

In Calabria partita facile per Jole Santelli di Forza Italia che è stata eletta governatrice. Zingaretti: "Un immenso grazie al movimento delle Sardine che sono riuscite a dare una scossa democratica importante respingendo l'aggressività della destra estremista e la cultura dell'odio"

26 gennaio - 20:04

Mentre il Giorno della memoria s'avvicina, il Comune di Verona ha ben pensato di conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre e di dedicare contemporaneamente una via a Giorgio Almirante, storico leader dell'Msi e capo redazione de "La difesa della razza". Antisemita, razzista e collaborazionista, fu figura di raccordo tra l'estrema destra eversiva e le istituzioni deviate durante lo stragismo. Impedirne l'ingresso nell'odonomastica è un dovere civico

26 gennaio - 20:14

La "forza gentile" degli ambientalisti, in Lessinia sfilano oltre 10mila persone, ma il firmatario del ddl Valdegamberi accusa: “Atto di arroganza pubblica del peggiore ambientalismo da salotto”. La consigliera regionale Guarda: “Abbiamo mandato un messaggio forte, ora le istituzioni dovranno tenerne conto, da parte nostra chiediamo il ritiro di questa proposta di legge”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato