Contenuto sponsorizzato
10/06/2024 - 15:06

IL VIDEO. Estate 2024: trend è partire soli, ma alla ricerca di nuovi amici

Milano, 10 giu. (askanews) - Per gli italiani viaggiare è una priorità tanto che 9 su 10, ossia il 96%, prevedono di fare almeno un viaggio nel 2024, il risultato più alto tra i diversi Paesi coinvolti in un'indagine sul turismo in Europa. Tra le varie tipologie di viaggiatore, quello del "solo-traveller" sembra aver conquistato molti: 6 italiani su 10 pensano di viaggiare da soli nei prossimi 3 anni e il numero di persone che ha digitato su Google "Viaggi in solitaria" è raddoppiato nell'ultimo anno rispetto al 2018. Ma sono anche in molti a scegliere di scoprire il mondo in compagnia di gruppi formati da perfetti sconosciuti dove si conoscono i compagni solo una volta giunti a destinazione. È proprio questo il format di WeRoad, la più grande community di viaggiatori d'Europa. In quest'ottica Skipper - marchio del Gruppo Zuegg che opera nel mercato nei succhi di frutta - ha siglato una partnership strategica con WeRoad per indagare il gusto del viaggio perfetto. In questo modo si è identificato il profilo del viaggiatore moderno, che parte da solo, ma viaggia con nuovi amici. Libertà a 360° (50%), avventura e scoperta (37%) e interesse per la cucina locale (31%) sono i principali driver che spingono le persone a partire con un gruppo di perfetti sconosciuti. Ma qual è l'identikit dei "non-solo traveller"? Sono young professionals, con età compresa tra i 25 e i 49 anni, single, che lavorano in medie-grandi aziende e hanno difficoltà nel conciliare i propri impegni lavorativi con le agende o le ferie degli amici. In generale, le motivazioni più forti che spingono a partire "soli - ma non troppo", sono il desiderio di incontrare nuovi compagni di viaggio e voler conoscere persone nuove; la possibilità di raggiungere destinazioni insolite, che non ci si sentirebbe sicuri a visitare da soli (56%); la tranquillità di affidare al tour manager l'organizzazione della vacanza (46%); non essere soli di fronte alle barriere linguistiche (38%). Skipper, sempre insieme a WeRoad, ha poi firmato il progetto "VIVI. GUSTA. VIAGGIA". Il viaggio secondo il brand è infatti un'avventura contemporanea fatta di esplorazione di territori lontani e incontri con nuove culture, nel rispetto di sé e degli altri. E le parole d'ordine di questa "contaminazione inclusiva" sono piacere e libertà. La partnership si è concretizzata anche in uno spot valoriale firmato a 4 mani da Skipper e WeRoad, che porta in scena veri viaggiatori nelle avventure vissute nelle destinazioni che hanno visitato.

Contenuto sponsorizzato
Archivio video
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
20 luglio - 20:20
Sono impressionanti le immagini sullo Stelvio, con una cinquantina di metri del sentiero "Val de la mare" che costeggia un muro di neve. [...]
Cronaca
20 luglio - 20:45
Un'enorme frana di sassi e roccia si è staccata dalla parete della montagna sul versante altoatesino del Sassolungo. Un escursonista [...]
Ambiente
20 luglio - 19:55
L'escursionista protagonista dell'incontro stava scendendo da un sentiero verso malga Valle, nella zona di Toscolano Maderno, quando, dopo aver [...]
Contenuto sponsorizzato