Contenuto sponsorizzato
27/05/2024 - 19:05

IL VIDEO. Medio Oriente, il presidente turco Erdogan paragona Netanyahu a Hitler

Istanbul, 27 mag. (askanews) - Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha condannato l'attacco d'Israele a Rafah che ha causato 40 morti, paragonando il primo ministro Netanyahu ai peggiori criminali di guerra. "Come Hitler, Milosevic, Karadzic e altri faraoni della storia, non possono evitare di essere maledetti", ha detto Erdogan parlando a un evento pubblico a Istanbul, trasmesso dalla tv di Stato turca. L'attacco a Rafah, secondo Erdogan, è avvenuto nonostante l'appello della Corte Internazionale di Giustizia contro i raid esponendo "il volto sanguinario e insidioso" di Israele che il presidente turco ha definito "lo stato terrorista", sottolineando che la Turchia farà tutto il possibile per fermare "questi barbari e assassini che non hanno nulla a che fare con l'umanità"."I criminali genocidi che hanno martirizzato più di 36.000 dei nostri fratelli e sorelle palestinesi fino ad oggi, ieri hanno fatto piovere missili e bombe sui civili in un campo profughi di Rafah che avevano dichiarato zona sicura", ha detto Erdogan."Questo massacro, avvenuto dopo l'appello della Corte internazionale di giustizia a fermare gli attacchi, ha ancora una volta smascherato il volto sanguinario e insidioso dello Stato terrorista - ha cooncluso - come Hitler, Milosevic, Karadzic e altri faraoni della storia, non possono evitare di essere maledetti."

Contenuto sponsorizzato
Archivio video
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
25 giugno - 15:45
Il presidente di Sat Cristian Ferrari: "Salvo un'evoluzione calda dell'estate, ci sono buoni presupposti perché l'abbondante copertura nevosa [...]
Cronaca
25 giugno - 15:45
Il maltempo continua a colpire il Nord Est con disagi soprattutto tra il Trentino e Veneto
altra montagna
25 giugno - 12:16
Da ogni incontro fioriscono commistioni culturali: nuove prospettive, che naturalmente possono essere positive o negative, e che sarebbe scorretto [...]
Contenuto sponsorizzato