Contenuto sponsorizzato

Bomba carta, petardi e bottigliate, scontri a Moena per Fiorentina-Venezia, un ferito

Un tifoso veneto è stato colpito alla testa da una bottiglia. Sul posto polizia e carabinieri, ma anche la Digos per sentire le testimonianze e visionare le immagini. Allerta massima per evitare un nuovo contatto terminata la partita amichevole

Pubblicato il - 21 luglio 2018 - 19:02

MOENA. Una bomba carta, petardi e bottigliate. Tantissima tensione a Moena per l'amichevole tra Fiorentina e Venezia. Il bilancio è di un ferito, un supporter lagunare colpito alla testa. 

 

Nonostante la pioggia e la partita, solo un'amichevole di preparazione in vista dei rispettivi campionati di serie A e B, una cinquantina di tifosi sono arrivati a contatto all'esterno del centro sportivo che ospita il ritiro della squadra toscana. 

 

La rivalità tra le due società è abbastanza nota e sono, ovviamente, diverse le versioni dei fatti.

 

I tifosi toscani spiegano che i tafferugli sarebbero scoppiati a causa di qualche slogan offensivo dei veneziani, mentre i lagunari si difendono e dicono che i sostenitori viola avrebbero lanciato qualche petardo all'indirizzo dei supporter arancioneroverde.

 

Nei tafferugli un veneziano è stato ferito e medicato dai soccorsi, mentre polizia e carabinieri in tenuta anti-sommossa si sono preoccupati di dividere le tifoserie.

 

Attualmente tutto è rientrato, ma l'allerta resta massima per evitare che le tifoserie arrivino nuovamente a contatto dopo la fine dell'incontro.

 

Sul posto anche la Digos per raccogliere le testimonianze e visionare le immagini delle telecamere.

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 agosto 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 agosto - 18:43

L'Amministrazione, in risposta ad una nota della consigliera circoscrizionale Martina Loss, ha spiegato che si stanno portando a termine alcuni lavori di miglioria per rendere il canile più sicuro e accogliente   

15 agosto - 14:34

Come ogni anno si sono svolte le celebrazioni del ricordo di quel giorno del 1944 quando i nazisti ammazzarono 17 persone tra civili e partigiani. Alessandro Olivi: "Già allora la divisione era tra sovranismo e autonomia, tra pluralismo e omologazione"

15 agosto - 15:43

L'allarme era stato lanciato ieri sera dopo che l'uomo non aveva più fatto rientro al campeggio. Le ricerche hanno visto impegnati i vigili del fuoco di Riva del Garda, la Polizia e il Soccorso alpino 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato