Contenuto sponsorizzato

Uno smottamento investe l'acquedotto sopra Pergine Valsugana

Alcuni sassi si sono staccati da una cengia sovrastante e sono caduti sul tetto e nei pressi della struttura senza però compromettere le strumentazioni interne. Il servizio, che fornisce acqua a Zivignago, non è stato mai interrotto

Foto Rai
Pubblicato il - 10 gennaio 2018 - 12:29

PERGINE VALSUGANA. Uno smottamento, causato dalle forti piogge degli ultimi giorni, ha investito l'acquedotto di Viarago, una frazione di Pergine posta sul terrazzamento di destra della valle del Fersina.

 

Alcuni sassi si sono staccati da una cengia sovrastante e sono caduti sul tetto e nei pressi della struttura senza però compromettere le strumentazioni interne. Il servizio, che fornisce acqua a Zivignago, non è stato mai interrotto.

 

Sul posto i Vigili del fuoco e la Polizia locale per gestire la viabilità e per mettere in sicurezza la zona. Le squadre della Protezione civile sono al lavoro con il Servizio geologico provinciale per ripristinare l'area e verificare la situazione del versante da cui si è staccato il materiale.

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 gennaio 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 11:02

La malga Albi di Garniga era stata ristrutturata nel 2007. Sul posto i Corpi dei Vigili del fuoco volontari di Garniga, Romagnano, Ravina e Aldeno oltre ai Permanenti di Trento

17 gennaio - 06:01

E' partito il primo gennaio e la Pat lo ha definito "una svolta per le politiche sociali per il contrasto alla povertà". Ma non a tutti è andata bene. Giusppe Adinolfi ci racconta la sua storia: "Abbiamo fatto i conti e mi spettano 744 euro all'anno. Con il Progettone riprenderei a lavorare ad aprile. Come faccio?"

17 gennaio - 10:18

L'azienda era nata negli anni Trenta e la famiglia si era trasferita dalla Sicilia. Ora si passa alla terza generazione, alla guida della Distilleria Alpina andrà il figlio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato