Contenuto sponsorizzato
Bolzano e Trento le più care d'Italia: in regione quest'anno le famiglie spenderanno 1.000 euro in più

I dati Istat analizzati dall'Unione Consumatori rivelano che i due capoluoghi di provincia sono i più cari d'Italia e per una famiglia di 4 persone quest'anno ci saranno pesanti rincari rispetto al 2016

Pubblicato il - 11 agosto 2017 - 12:28

TRENTO. Bolzano, Trento e Genova: questo è il podio delle città più care d'Italia. Trentino Alto Adige, Liguria e Toscana le regioni più costose. Questo il focus che emerge dai dati dell'Istat da uno studio dell'Unione nazionale consumatori che parte dall'inflazione dei capoluoghi e delle regioni e lo rapporta all'aumento del costo della vita.

 

"La città con i maggiori rincari si conferma, come sempre, Bolzano. Seguono Trento e Genova, una new entry in questa classifica. Rispetto alla media italiana, una famiglia di Bolzano ha un rialzo del costo della vita triplo. Per una famiglia di 4 componenti si ha una spesa supplementare su base annua di 1.287 euro, contro una media per l'Italia di 425 euro" spiega Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori.

 

 

Secondo la classifica delle città più care, in termini di maggior spesa, al secondo posto c'è Trento, dove il rialzo dei prezzi dell'1,8% determina un aumento del costo della vita pari a 919 euro e Genova, dove l'inflazione dell'1,8% comporta un aggravio annuo di spesa di 805 euro.

 

 

In testa alla top ten delle regioni più costose, in termini di rincari, c'è la nostra regione il Trentino Alto Adige, dove l'inflazione del 2% significa, per una famiglia di 4 persone, una batosta pari a 1081 euro su base annua. Segue la Liguria (come Genova, ingresso nuovo in questa classifica), dove l'incremento dei prezzi pari all'1,8% implica un'impennata del costo della vita pari a 724 euro e la Toscana, dove l'inflazione dell'1,5% genera una spesa annua supplementare di 685 euro.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 17:48

Ecco il video delle aggressioni e il momento del fermo dei cinque giovani che hanno lanciato vernice e bottiglie vuote contro il gazebo del partito di estrema destra

21 ottobre - 21:41

Il presidente della Provincia esce bene dal dibattito su La7 incentrato sul referendum del Veneto e della Lombardia per chiedere maggiori competenze. E alla Lega dice: "Ok il referendum ma prima di tutto ci deve essere un accordo finanziario chiaro con lo Stato"

21 ottobre - 17:26

Il comico ieri all'Auditorium Santa Chiara ha fatto il suo show che ruota attorno al tema delle bufale e dalla "falsa" informazione. Due battute sull'Autonomia ("tenetevela stretta" e "vi tenete le tasse per spartirvele") e poi varie risate da Berlusconi - Tutankhamon alla speranza ("fideistica") che il Movimento 5 Stelle cambi l'Italia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato