Contenuto sponsorizzato

Il partito di Adinolfi presenterà un suo candidato anche in Trentino

Ospite d'onore Gianfranco Amato, segretario nazionale, e Berardo Taddei, candidato per il collegio di Trento. Tra le proposte del leader del movimento Mario Adinolfi l'abolizione dei siti porno

Il candidato per il Trentino del PDF Berardo Taddei con il cantante Povia
Pubblicato il - 11 gennaio 2018 - 16:42

TRENTO. "Il Popolo della famiglia si presenta a Trento in vista delle prossime elezioni politiche del 4 marzo". Questo l'annuncio diffuso dai militanti del 'Partito del Family Day'. L'appuntamento per il lancio ufficiale è quello di venerdì 12 gennaio all'Auditorium Circoscrizione S. Giuseppe-S. Chiara.

 

Ospite d'onore Gianfranco Amato, segretario nazionale, e Berardo Taddei, candidato del Movimento per il collegio di Trento. Modererà il dibattito Emiliano Fumaneri, giornalista del quotidiano La Croce, quello fondato da Mario Adinolfi.

 

Sarà un incontro elettorale ma anche una lezione di storia. Gianfranco Amato terrà anche un excursus sulla natura e funzione della famiglia nella storia dell’umanità, sui tentativi falliti di manipolazione della famiglia, sull’articolo 29 della Costituzione e sull’attuale natura e funzione della famiglia nell’ordinamento giuridico italiano. 

 

Di sicuro parlerà anche di aborto e di omosessualità, i due mostri da combattere, che il "Popolo della famiglia" condanna e maledice. Gianfranco Amato non pensa che l'omosessualità sia una malattia, ma crede fermamente che sia "una depravazione morale" . E che "la sodomia è un peccato, anche tra eterosessuali”, l'ha sottolineato più volte.

 

Amato fa spesso coppia con Povia, nel senso - che non si fraintenda - che partecipa spesso e volentieri a dibattiti e convegni 'in musica' con il cantante che qualche anno fa vinse Sanremo. Di "Luca era gay e adesso sta con lei" ne ha fatto una bandiera, sostenendo poi che "L'omofobia non esiste"

 

Ma il volto noto del Popolo della Famiglia è Mario Adinolfi, il vulcanico ospite di tutti gli show del pomeriggio di Rai, Mediaset e La7. Nemmeno lui disdegna Povia che anzi, vorrebbe candidarlo in Parlamento. "Mi farebbe molto piacere, se ha desiderio bussi e gli sarà aperto. Se lui volesse saremmo assolutamente disponibili, a me piacciono le persone che mettono la faccia sulle loro idee".

 

Ma Adinolfi propone anche Silvana De Mari come candidata. "Con noi al governo - spiega - Silvana de Mari fa assolutamente il ministro della Salute, come minimo. Potrebbe anche essere il primo Presidente della Repubblica donna. Sarebbe un grande Presidente. Ho conosciuto poche persone nella mia vita nette e chiare come Silvana De Mari”.

 

Per tracciare una piccola biografia di questa donna, si sappia che scrive libri fantasy per ragazzi. E' laureata in medicina, ma fa parlare di sé per le sue sparate: "L'omosessualità è una malattia, non è una condizione normale. Io ho tre specialità: psicoterapia, medicina e chirurgia: sono 40 anni che curo le persone omosessuali".

 

Ultimamente ha una fissa con l'ano. Ovunque vada parla di quel preciso punto anatomico: "Sto sacrificando una carriera per dire ai gay che l'erotismo anale fa male alla salute", dice a più non posso ai quattro venti. 

 

Ma a proposito di sparate, le più famose sono di Adinolfi. A poche ore dall'addio di Dj Fabo, il 40enne tetraplegico che scelse di mettere fine alle proprie sofferenze in Svizzera tramite suicidio assistito, scrisse così su Facebook: "Hitler almeno i disabili li eliminava gratis".

 

Per chi volesse sentire le proposte del PDF, domani sera c'è l'assemblea e il lancio della candidatura di Taddei per il Trentino. "Contiamo di poter superare il traguardo del milione di voti, entrare in Parlamento con almeno 20 eletti ed essere decisivi per la formazione di qualsiasi maggioranza di governo. A noi la battaglia, a Dio la vittoria!", conclude Adinolfi. 

 

Per chi volesse invece un'anteprima delle proposte elettorali, si sappia che Adinolfi, il leader del Popolo della Famiglia, propone il blocco dei siti porno: "I siti porno vanno bloccati. Impongono ai giovani certi modelli sessuali, ti costringono a essere performante. Il blocco è una cosa che si può fare. Per la Chiesa cattolica la masturbazione è un peccato, ed io da cattolico penso la stessa cosa".

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.17 del 16 Giugno
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 giugno - 18:41

Lo ha deciso la Corte d'Appello della Corte dei Conti che per la prima volta riconosce il danno erariale causato dall'abbattimento di migliaia di animali. L'ex presidente della Provincia e il suo dirigente sono finiti nei guai per un centinaio di decreti che consentivano ai cacciatori di sparare. La Lav: "Speriamo che la Provincia di Trento e Bolzano ora non compiano lo stesso errore con lupi e orsi"

18 giugno - 12:32

Trovati all'interno dell'abitacolo di un camion 10 panetti di droga per un totale di 11 chili dal valore approssimativo di 800 mila euro al dettaglio. L'autista, di origini campane, fermato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio con l'aggravante della transnazionalità

18 giugno - 12:45

Tre amici stavano affrontando la via normale sulla Grande delle Tre Cime quando hanno perso l'orientamento. Accortisi dello sbaglio hanno provato a scendere ma l'appiglio si è staccato e un uomo è precipitato per oltre 100 metri nel vuoto

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato