Ecco la mappa geolocalizzata dei #caffenoslot con i selfie di chi ci lavora e chi li frequenta

 Il giocato in Trentino si aggira su 1 miliardo e 18 milioni di euro l'anno ed ogni anno sono oltre un centinaio le famiglie trentine che si rivolgono al Ser.d 

Contenuto sponsorizzato
Di Redazione - 18 maggio 2017 - 16:38

TRENTO. Il giocato in Trentino si aggira su 1 miliardo e 18 milioni di euro l'anno ed ogni anno sono oltre un centinaio le famiglie trentine che si rivolgono al Ser.d (Servizio dipendenze della Provincia di Trento) e all'Ama (Auto mutuo aiuto onlus) per aiutare i loro giovani a uscire da ludopatie e dipendenze da gioco. E se in Italia quasi 17 milioni di persone hanno giocato d'azzardo almeno una volta nell'ultimo anno (dati Ispad) il 43% sono giovani e giovanissimi di età compresa tra i 15 e i 34 anni.

 

Di questi molti si avvicinano al gioco tramite le piattaforme online e i siti di scommesse ma tanti altri fanno le loro prime esperienze con le macchinette nei bar e nei locali adibiti al pubblico. Spopolano, infatti, anche in regione le slot e per questo, assieme a Libera e all'Ama stiamo cercando di creare la prima mappa geolocalizzata, aggiornata con tanto di selfie di esercenti e utenti, dei locali liberi dalle macchinette e dal gioco.

 

Un'idea semplice che vuole aiutare i locali NoSlot a promuoversi e i loro clienti a sponsorizzarli, lanciata dal progetto dell'Alleanza per la tutela e la responsabilità condivisa nel contrasto e nella prevenzione del gioco d'azzardo patologico. E voi ci siete? Basta un semplice selfie, realizzato all'interno del bar con l'hastag #caffenoslot in bella vista. L'immagine deve poi essere spedita attraverso un messaggio personale nella pagina Facebook de “Il Dolomiti” oppure per mail a redazione@ildolomiti.it).

 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 agosto 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 agosto - 06:01

Una tecnologia sviluppata da NeveXN al Polo Meccatronica all'Università di Trento e Demaclenko, azienda produttrice di impianti di innevamento che fa capo al gruppo Leitner. Umberto Capitani: "Dobbiamo essere orgogliosi perché questa tecnologia è tutta Made in Italy tra Lombardia, Trentino e Alto Adige"

19 agosto - 10:55

Ieri sembrava che le fiamme fossero state domate completamente ma alcuni focolai hanno ricominciato a bruciare. Nei giorni scorsi il fuoco si era esteso fino a 40 ettari di bosco ma ora la zona colpita sembra molto più vasta

18 agosto - 20:28

Dopo il duro attacco sui social di una camperista contro l'amministrazione comunale di Andalo in Paganella, abbiamo chiesto alla polizia della Valle di Fassa cosa prevede il codice della strada

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato