Contenuto sponsorizzato

A Calceranica il Comune chiede ai cittadini di mettere a disposizione case e appartamenti per i turisti: è l'albergo diffuso

Una soluzione che crea un 'senso di vicinato', risparmia l'ambiente e valorizza gli edifici già esistenti. Dall'Apt Valsugana a Booking.com, dalla Cassa rurale a un fotografo, tutti uniti per rivitalizzare il centro storico e creare opportunità lavorative. Cristian Uez: "Il primo banco di prova sarà in occasione dell'Adunata degli alpini"

Di Luca Andreazza - 07 dicembre 2017 - 06:32

CALCERANICA. Un po' casa e un po' struttura ricettiva. Anche Calceranica prova a sbarcare nella terza via del turismo sostenibile, quella dell'albergo diffuso. Una tipologia nella quale l'Italia è pioniera e che è partita negli anni '80 in Friuli. Una formula che presenta numerosi vantaggi, come riutilizzare immobili già esistenti o abbandonati.  

 

E non è solo una questione di prezzo, la filosofia dell'accoglienza è simile a quelle delle strutture extralberghiere, cioè la famigliarità di un agriturismo oppure un bed and breakfast. Questa però è una forma di ospitalità turistica pensata per i centri storici e che ben si adatta all'offerta turistica dei piccoli borghi. Una soluzione che crea un 'senso di vicinato', risparmia l'ambiente e valorizza gli edifici già esistenti.

 

Insomma l'albergo diffuso è bello e un settore sempre più in crescita. "Nelle ultime estati - spiega Cristian Uez, sindaco di Calceranica - abbiamo raggiunto dei record e le strutture spesso sono sature. Non possiamo però permetterci di non accogliere potenziali turisti. Stiamo raccogliendo le adesioni per questo progetto per farci trovare preparati come ricettività e servizi. Dobbiamo inoltre ragionare sulle quattro stagioni".

 

L'amministrazione comunale, appoggiata dalla Comunità Alta Valsugana e Bersntol, per non lasciare nulla al caso si è affidata all'esperienza e professionalità di Cbs-Community Building Solutions, una innovativa start up di Trento. Tanti alloggi per vacanze a Calceranica sono, infatti, inutilizzati, un paese in cui l’accoglienza turistica costituisce un fattore già importante per l'economia locale, ma solo per limitati periodi all'anno. Questo il punto di partenza dell'amministrazione comunale.

 

"Questo - dice il sindaco - è un progetto pilota sostenibile e facilmente replicabile. Un modo inoltre per riqualificare il centro storico e una vision che si inserisce perfettamente nel piano strategico provinciale che punta sulla sostenibilità, sulle piste ciclabili e sulle connessioni con la città". 

 

La stima è che in quel di Calceranica il 50% degli immobili è destinato a seconda casa e che circa 600 appartamenti sono poco usati. Da un lato la burocrazia è aumentata e dall'altro la modalità della vacanza è cambiato. "L'albergo diffuso permette di adeguarsi al mercato, restare competitivi e sviluppare nuove competenze". 

 

L'ambizione di questo progetto è quindi anche quello di rivitalizzare il centro, ma anche costruire nuove opportunità di lavoro. La strada è tracciata e sono tante le realtà coinvolte nel progetto, dall'Apt Valsugana a Booking.com, dalla Cassa rurale Alta Valsugana a un fotografo professionista.     

 

Quali sono i prossimi passi? Prima di tutto vengono fissate le date per i sopralluoghi: Cbs si impegna a vedere e valutare la casa, si raccolgono i periodi di disponibilità e si prende la mira sulle competenze in campo (tempo, conoscenza delle lingue e capacità informatiche) in modo da calibrare e gestire al meglio i servizi. Se la casa è in buone condizioni e si può affittare subito allora si passa subito alla parte pratica: foto, descrizioni e gestione delle prenotazioni per essere online. 

 

Diversamente se la casa ha bisogno di una manutenzione, la start up trentina si preoccupa di valutare i lavori da fare, le opportunità di finanziamento e i relativi costi di intervento. E qui entra in gioco la Cassa rurale Alta Valsugana che propone un piano ad hoc e sostiene il progetto.

 

"Un progetto - dice il primo cittadino - che prevede la creazione di piccole cooperative oppure start-up per gestire e mettere a disposizione le proprie competenza. Un modo questo per rilanciare le opportunità lavorative e aumentare l'indotto, anche attraverso convenzioni mirate per promuovere gli esercizi commerciali già presenti e operativi sul territorio. Siamo appena partiti, ma tra interessamenti e adesioni siamo molto soddisfatti. Dopo le due serate pubbliche, abbiamo inoltre in programma una tavola rotonda per approfondire opportunità di finanziamenti e raccogliere ulteriori esperienze". 

 

Un albergo diffuso più vicino di quel che sembra con regia e credito garantito dal Comune. "L'intenzione - conclude Uez - è quella di essere pronti già per la prossima primavera in occasione dell'Adunata degli alpini: un ottimo banco di prova e una cartina tornasole dello stato dei lavori".

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 Dicembre 2017
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Guarda le edizioni precedenti
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 dicembre - 06:50

La perturbazione arrivata in Trentino tra domenica 10 e lunedì 11 dicembre è un evento molto raro. Temperature più alte in montagna rispetto al fondovalle e aumenti in quota tra i 10 e 16 gradi

15 dicembre - 18:01

Il fatto è stato ripreso in apertura di Consiglio provinciale, Dorigatti: "La violenza di genere è un fenomeno trasversale", Claudio Cia: "Questa modalità di 'accoglienza' dei profughi è fallita". La Lega: "Responsabilità politica di chi ci sta governando, comprese quelle donne che si sono battute per una legge a tutela del genere femminile per pura demagogia e propaganda elettorale"

15 dicembre - 16:00

Diversi gli interventi della polizia locale tra quattro ristoratori segnalati alla Procura per inquinamento olfattivo, due mezzi sono stati rimossi nei sobborghi cittadini, ma anche un condominio infestato dagli insetti e una signora multata perché 'pizzicata' dalle telecamere a non fare la raccolta differenziata

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato