Contenuto sponsorizzato

Marini (M5S) "La maggioranza passa la maggior parte del tempo alla buvette a consumare anche alcolici''

L'affondo contro il presidente Kaswalder: "Ormai il Consiglio è usato come strumento di propaganda per promuovere le politiche della Giunta"

Pubblicato il - 02 luglio 2019 - 18:10

TRENTO. “I consiglieri di maggioranza passano gran parte del tempo alla buvette del Consiglio provinciale a consumare anche sostanze alcoliche”. Questo il duro passaggio del consigliere provinciale del M5S, Alex Marini, fatto questa mattina in occasione della presentazione di un documento sottoscritto da tutte le minoranze riguardante il funzionamento del Consiglio e la gestione dei lavori da parte del presidente Walter Kaswalder.

 

Il consigliere 5 Stelle critica inizialmente i metodi utilizzati da parte del presidente nei confronti dei documenti ispettivi e di indirizzo presentati dalle minoranze. “Le interrogazioni non ammissibili – spiega – o senza risposta sono sempre più numerose. Abbiamo anche ordini del giorno che non vengono ammessi senza dare alcuna giustificazione”.

 

Poi l'affondo: “Questo dimostra che il Consiglio provinciale viene usato come strumento di propaganda per promuovere le politiche della Giunta. Lo conferma la presenza dei consiglieri di maggioranza che sono, per la maggior parte del tempo, alla buvette a consumare sostanza anche alcoliche”.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 20:14

Ci sono 118 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 8 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 173 positivi a fronte dell'analisi di 3.132 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

29 ottobre - 20:14

L'appello dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Bisogna cambiare la strategia di sanità pubblica, chiunque presenti una sindrome influenzale si metta in isolamento fino ai risultati dei test"

29 ottobre - 18:45

Mentre in Alto Adige Kompatscher si è adeguato alle norme nazionali mettendo in sicurezza i suoi ristoratori ed esercenti per quanto riguarda l'accesso ai contributi (dopo aver preso atto che con meno clienti in circolazione non conveniva restare aperti con i rischi sanitari che ci sono) il Trentino continua con lo scontro con Roma: ''Alle 18.10 noi ancora non abbiamo visto nessuna atto ufficiale di impugnazione''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato