Contenuto sponsorizzato

Tragedia sulle piste da sci, Fabio Pozzan è stato trovato senza vita

Su quello che è successo sono in corso le indagini da parte dei Carabinieri. L'uomo è stato trovato da altri sciatori che hanno immediatamente dato l'allarme

Pubblicato il - 03 febbraio 2020 - 17:19

FOLGARIA. Si chiama Fabio Pozzan lo sciatore di 61 anni, originario di Schio, che questa mattina è stato trovato riverso sulla neve senza vita sulla pista rossa di Serrada in Folgaria. A rinvenire il corpo sono stati altri sciatori che immediatamente hanno dato l'allarme.

 

Secondo le primissime informazioni il 61enne sarebbe uscito dalla pista e avrebbe poi riportato dei traumi che sarebbero stati fatali. Su quello che è successo sono in corso le indagini da parte dei carabinieri. Non ci sono testimoni. L'uomo si trovava a Serrada con degli amici.

 

Sul posto si sono portati i soccorsi sanitari che hanno tentato di rianimare lo sciatore senza però riuscirci.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.05 del 26 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 17:08

Un trend in decisa crescita rispetto a ieri (113 positivi e 11,5%) e quattro volte superiore ai numeri comunicati nel corso del week end: il dato si è attestato tra il 5% e il 6%. Ci sono 89 persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero con 5 pazienti in terapia intensiva. Altre 11 classi in isolamento e 33 nuovi casi tra gli studenti

27 ottobre - 17:05

L'incidente è avvenuto questo pomeriggio, sul posto si sono portati i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e le forze dell'ordine

27 ottobre - 16:25

I medici sono preoccupati perché la situazione di sfuggire di mano. Ioppi: "Si è ritornati a contrapporre la salute all'economia, ma questi aspetti dovrebbero andare di pari passo. Non si devono ripetere gli errori di marzo e aprile: non si deve rincorrere la malattia ma anticipare i tempi. Le istituzioni ci sostengano, gli operatori sono sfiniti e ci sono anche gli altri pazienti da seguire"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato