Contenuto sponsorizzato

Piaga dell'alcol in Bassa Atesina: requisiti i veicoli a tre automobilisti e denunciati due ubriachi in strada

In poche ore sono state fermate tre persone con livelli di alcol molto superiori ai limiti tra Laives e Caldaro. Due persone ubriache fradice sono state denunciate e mandate a casa a smaltire la sbornia perché da appiedati si aggiravano per le vie in maniera molesta

Pubblicato il - 06 October 2021 - 13:20

EGNA. Che la piaga dell'alcol sia una delle più gravi che ci sono in Trentino Alto Adige lo dicono i numeri e le statistiche ma anche gli interventi dei carabinieri per andare a contrastare gli eccessi in questo senso, rappresentano esempio plastico di quanto il problema sia diffuso. E così in Bassa Atesina, nelle ultime notti, i militari dell'Arma si sono trovati davanti ubriachi sia al volante che appiedati, nel primo caso sanzionandoli anche con la confisca dei veicoli e nel secondo caso mandandoli a casa a smaltire la sbornia ma solo dopo averli multati per ubriachezza in pubblico, identificati e denunciati per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

 

Le operazioni sono state condotte dai militari della compagnia di Egna e delle stazioni dipendenti che hanno denunciato in stato di libertà cinque persone e segnalate altre tre per uso di droghe. Nel corso dei controlli operati nelle ultime notti tre automobilisti sono stati colti alla guida in stato di ebbrezza alcolica. I conducenti peraltro hanno tutti riportato notevoli risultati all’etilometro, superando tutti la soglia prevista per la massima sanzione, ivi inclusa la sanzione accessoria della confisca del veicolo (se di proprietà del trasgressore). A Laives hanno fermato un residente 32enne e un 26enne dia Bolzano. Il primo ha segnato 1,56 g/l e il secondo 1,95 g/l.

 

Ma è un cinquantottenne appianese, peraltro con pregressi analoghi, fermato a Caldaro, che ha segnato il record delle serata toccando i 2,15 grammi di alcol per litro di sangue. Sempre a Laives, poi, due persone sono state denunciate per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale nonché sanzionati per ubriachezza in pubblico. I due soggetti, non nuovi a tali spacconerie, erano ubriachi fradici lungo via Kennedy alle 3 del mattino. Alla richiesta dei documenti d’identità i due hanno iniziato a minacciare e ingiuriare i carabinieri che solo con grande fermezza e altrettanta pazienza sono riusciti a concludere le operazioni di identificazione.

 

Mandati i due a casa a smaltire la sbornia, i carabinieri hanno provveduto a informare la Procura della Repubblica per i reati sopra detti. Sono state anche sequestrate modiche quantità di droga “per uso personale” con la segnalazione al prefetto di tre persone, tutte a Laives. Tre residenti, un 24enne un 23enne e un 21enne, sono stati trovati in possesso di due spinelli e un po’ di hashish.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 maggio - 06:01
Numeri che preoccupano le autorità sanitarie perché la protezione è destinata a calare con il trascorrere dei mesi. Il rischio è quello di una [...]
Cronaca
25 maggio - 21:00
Sono allarmanti i risultati emersi dal primo rapporto sulle violenze subite sul posto di lavoro dagli infermieri in Italia: nell'ultimo anno il [...]
Cronaca
25 maggio - 20:38
All'incontro organizzato da Confcommercio Trentino si è parlato di turismo sostenibile, mantenendo il focus sull'accessibilità delle destinazioni [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato