Contenuto sponsorizzato

Si schianta con la Vespa contro un autoarticolato, muore un 52enne. Tragedia sulle strade veronesi

L'allerta è scattata nella zona industriale di Rivoli Veronese. Un impatto molto violento tra una moto e un mezzo pesante. Vani i tentativi dell'equipe medica, un 52enne ha perso la vita

Pubblicato il - 20 January 2021 - 20:40

RIVOLI VERONESE (Verona). Tragedia sulle strade veronesi, un 52enne in Vespa si è scontrato contro un mezzo pesante. Il motociclista ha perso, purtroppo, la vita.

 

L'allerta è scattata intorno alle 18.30 di oggi, mercoledì 20 gennaio, nella zona industriale di Rivoli Veronese. Un 52enne residente in zona ha urtato un autoarticolato.

 

Un impatto molto violento con la moto che è rimasta incastrata sotto il mezzo pesante.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza, vigili del fuoco di zona e carabinieri per effettuare i rilievi e ricostruire la dinamica.

 

Le forze dell'ordine hanno isolato e messo in sicurezza l'area, mentre il personale sanitario ha prestato le cure del caso al 52enne, le cui condizioni sono apparse fin da subito estremamente gravi.

 

Nonostante le prolungate manovre di rianimazione, il 52enne è morto; troppo gravi le ferite riportate nello schianto.

 

La ricostruzione dell'esatta dinamica e delle cause dell'incidente sono affidate ai carabinieri.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 March - 15:03

Il sindaco di Pergine-Valsuagana contro chi non rispetta le regole anti-Covid: “Domenica ho ricevuto decine di chiamate, messaggi e video di cittadini per segnalare assembramenti di persone, molte senza mascherina, che dimostrano solo la mancanza di responsabilità nei confronti innanzitutto dei propri familiari anziani”

08 March - 15:10

Il giovane, alla presenza dei suoi avvocati, ha ammesso le sue responsabilità in merito al decesso dei genitori Peter Neumair e Laura Perselli.  La vicenda è iniziata il 4 gennaio scorso 

08 March - 13:59

A limitare la possibilità di autodeterminarsi e il concetto stesso di libertà, esistono anche realtà come le associazioni pro life e contesti universitari come il Campus bio-medico di Roma, un policlinico privato e cattolico ma accreditato con il Servizio sanitario nazionale. Negli scorsi mesi, per esempio, le strade di Trento sono state percorse da camion vela che promuovevano la nuova campagna di Pro Vita & Famiglia e alcuni muri della città accolgono ancora manifesti antiabortisti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato