Contenuto sponsorizzato

La Base trentina è pronta

Il capo della Protezione civile trentina De Vigili: "Ora le nostre forze sono rivolte alla realizzazione della scuola di Amatrice nel più breve tempo possibile"

Campo logistico trentino di Amatrice (foto Archivio Provincia di Trento)
Pubblicato il - 30 agosto 2016 - 21:09

AMATRICE. Il Campo Trentino Logistico di Amatrice è terminato e pronto ad ospitare cinquanta uomini della Protezione civile trentina con il compito di realizzare la nuova scuola del paese colpito dal terremoto del 24 agosto.

 

"Tutte le nostre forze - spiega il capo della Protezione civile trentina Stefano De Vigili - sono ora rivolte alla realizzazione nel più breve tempo possibile della scuola. Abbiamo predisposto turni di lavoro di 12 ore per assemblare i 22 moduli che comporranno l'edificio destinato a 200 alunni, tra scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado".

 

A completamento dell'edificio scolastico sarà inoltre realizzata una copertura in legno, non necessaria ai prefabbricati, ma ritenuta opportuna nell'intento di limitare l'impatto di provvisorietà della struttura stessa. Anche le superfici esterne dei moduli verranno adeguatamente trattate per rendere nel complesso più armoniosa l'opera e quindi meno impattante, a livello psicologico, per i ragazzi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 novembre - 20:20

Sono 476 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 50 in alta intensità. Sono stati trovati 93 positivi a fronte dell'analisi di 1.484 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,3%

23 novembre - 19:10

Ecco come cambiano le regole di comportamento se in casa qualcuno avverte dei sintomi legati al coronavirus. La “regola dei 21 giorni” di isolamento e le altre istruzioni, l’Apss: “Le persone asintomatiche dei servizi essenziali continueranno a lavorare con la mascherina, poi in quinta giornata faranno un tampone”

23 novembre - 18:32

Il tema è quello dell'apertura degli impianti per il periodo di Natale e Capodanno, ipotesi in questo momento bloccata da Roma. Nel tentativo di forzare una decisione diversa, la Provincia di Trento e quella di Bolzano, valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte hanno trovato un'intesa unanime sul protocollo di sicurezza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato