Contenuto sponsorizzato

Da Ala furono accolti dalla città di Trecate allo scoppio della Grande Guerra. Oggi si rinsalda l'amicizia tra i due comuni

In 32, tra giovani donne e bambini, furono accolti dalla città piemontese nel 1915 quando l'Italia entrò in guerra

Pubblicato il - 02 novembre 2017 - 18:52

ALA. Furono 32 gli abitanti di Ala che vennero accolti dalla città di Trecate, dopo il 1915, quando l'Italia entrò in guerra e Ala divenne città sul fronte. Per la precisione, si trattò di 26 persone di Pilcante e di 6 di Ala centro. Tra di queste, molte giovani donne con figli piccoli. Rimasero nella cittadina piemontese per poco più di un anno (in media 15 mesi).

 

Questo pezzo di storia è riemerso di recente, soprattutto grazie alle ricerche di Margherita Lodroni Galassi di Trecate, che qualche anno fa riesumò dagli archivi i faldoni contenenti i nomi dei profughi e la loro provenienza. In queste 150 persone c'erano anche profughi di Brentonico, di Torcegno in Valsugana e di Colle Santa Lucia in provincia di Belluno.

 

Da qui la decisione di suggellare un patto di amicizia tra i Comuni. L'amministrazione di Ala è stata rappresentata dalla vicesindaca Antonella Tomasi e dall'assessore Gianni Saiani. Erano presenti i sindaci degli altri paesi, tra cui Christian Perenzoni di Brentonico e Ornella Campestrini per Torcegno. Dopo le consuetudini istituzionali di questi casi (alzabandiera, gonfaloni, frasi di rito e firma ufficiale) c'è stata la visita alla ex scuola e all'oratorio di Trecate, dove cento anni fa ottennero ospitalità i profughi alensi. Qui è stata scoperta una targa.

 

“Da questa iniziativa potremo approfondire la conoscenza con Trecate, e avviare progetti di scambio e cooperazione”, commenta l'assessore Gianni Saiani. “Vorremmo anche risalire ai discendenti di queste persone che furono profughe a Trecate – aggiunge la vicesindaca Tomasi – per approfondire ulteriormente la nostra storia”. Ulteriori propositi sono ospitare Trecate nel 2018 ad Ala. L'anno che sta arrivando è importante per Ala: non va dimenticato che la pace iniziò proprio qui, a Serravalle, il 2 novembre di 99 anni fa.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 20:06

Il Partito democratico: "Quello che ci dispiace è che in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando Fugatti agisca in modo propagandistico invece che responsabile". I sindacati: "L'aspetto più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza"

28 ottobre - 20:47

La serrata francese scatta da giovedì 29 ottobre al 1 dicembre. Solo oggi sono stati registrati 69.854 nuovi casi, 767 decessi, 2.821 ricoveri e 372 in terapia intensiva. Forte crescita dei contagi anche in Germania, un mese di "lockdown soft"

28 ottobre - 18:46

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 191 positivi a fronte dell'analisi di 2.761 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,9%. Tra i nuovi contagiati, 128 persone presentano sintomi, circa il 67% dei positivi totali. Sono 116 le classi in isolamento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato