Contenuto sponsorizzato

Posizionava esche e trappole per catturare volatili, fermato un uomo

E' stato 'pizzicato' in flagranza di reato e gli agenti nella sua abitazione hanno trovato numerose gabbie e voliere contenenti avifauna di varie specie, per lo più protette. Diversi volatili, già spiumati, anche nel congelatore

Pubblicato il - 22 dicembre 2017 - 15:30

MEZZOLOMBARDO. E'stato sorpreso a catturare uccellini attraverso mezzi vietati quali trappole a scatto e bastoncini con vischio, nei guai un uomo di Mezzolombardo, non cacciatore e non in possesso di porto d'armi.

 

L’operazione anti bracconaggio che ha coinvolto il personale della Stazione forestale Rotaliana Konigsberg, i custodi forestali locali e i guardiacaccia dell’Associazione Cacciatori Trentini, coordinati dal locale comando stazione, hanno raccolto tutti gli elementi che hanno portato a concludere l’operazione che ha portato alla denuncia dell’uomo.

 

E' stato 'pizzicato' in flagranza di reato e gli agenti, dopo aver identificato l’uomo, hanno ispezionato il suo veicolo, trovando altri mezzi vietati (ancora bastoncini con vischio e trappole a scatto) per la cattura della selvaggina.

 

La successiva perquisizione della sua abitazione ha portato inoltre alla scoperta di numerose gabbie e voliere contenenti avifauna di varie specie, per lo più protette, quali lucherini e verdoni. Inoltre è stato rinvenuto altro materiale per le attività di uccellagione insieme a numerose munizioni per fucili da caccia di vario calibro ad anima liscia. Nei congelatori sono stati trovati molti uccelli privi di piumaggio e dunque di non facile identificazione. 

Tutto è stato posto sotto sequestro e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria. Gli uccelli trovati vivi e privi di anello identificativo inamovibile sono stati consegnati al Centro recupero avifauna della Provincia di Trento in località San Rocco di Villazzano, gestito dalla Lipu, per la riabilitazione e la successiva reintroduzione nell’ambiente naturale.

 

In questo periodo, con la neve che arriva fino al fondovalle, gli uccelli hanno difficoltà a trovare cibo e quindi diventano una facile preda delle trappole armate con esche alimentari. Per questo gli agenti della forestale, assieme ai custodi forestali dei comuni ed ai guardiacaccia continuano la loro attività volta alla difesa della natura e della fauna locale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 04:01

Una seconda ondata del coronavirus che sembra aver preso la direzione di un andamento più ''standardizzato'' per la diffusione di un'epidemia che solitamente si propaga e dovrebbe avere tassi maggiori nelle zone più popolate. E infatti Trento, questa volta sta facendo registrare dei dati molto alti di contagio. In ottobre triplicati i casi di settembre: quasi 10 mila positività da inizio epidemia

29 ottobre - 20:14

Ci sono 118 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 8 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 173 positivi a fronte dell'analisi di 3.132 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

29 ottobre - 20:14

L'appello dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari: "Bisogna cambiare la strategia di sanità pubblica, chiunque presenti una sindrome influenzale si metta in isolamento fino ai risultati dei test"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato